Strip
7
09 . 06 . 2001

RPG Love

Accorrete, amici, da ogni parte... sedetevi in cerchio attorno a questo fuoco e intonate canti alla Luna piena... perchè sto per raccontarvi una storia, una delle tante che possono capitarvi nei Forgotten Realms (sì, voglio parlarvi ancora di Baldur's Gate 2). Avevo fatto accampare il gruppo per riposare le consuete 8 ore, nelle vallate a est dell'Amn, quando Aerie, elfa chierichetta legale buona, mi ha chiesto -semplicemente- di iniziarla all'Amore e farla diventare Donna.
Bè, non l'ha chiesto proprio a me, ma al mio personaggio, che e' un mezzelfo con Carisma 18, però sono rimasto piuttosto stupito lo stesso. In effetti era da qualche settimana che la nostra storia andava avanti, con lei che mi rivolgeva timidissime allusioni con la sua espressione così innocente... e d'altra parte io avevo sempre scelto le linee di dialogo che la assecondavano di più nelle sue fantasie d'amore.
Però non credevo che sarebbe arrivata a questo punto: voglio dire, non mi succede tutti i giorni che un personaggio di un RPG mi chieda di fare sesso. Capisco che fa parte del gameplay mettere il giocatore davanti a certe scelte, ma questa... oltretutto mi ha fatto venire i sensi di colpa perchè l'ho illusa e l'ho sedotta senza pensare alle conseguenze. Il risultato e' che alcune notti dopo il fatto Aerie mi ha detto che le cose correvano troppo in fretta e che lei aveva bisogno di tempo per riflettere (uhm, questa credo di averla già sentita... :)).
In pratica mi ha piantato e se ne è andata dal gruppo. Volete sapere cosa ho fatto io? Be', Aerie e' una maga/chierica di 12° livello, mi serve assolutamente... quindi ho caricato il salvataggio precedente e ho scelto un'altra riga di dialogo.
Ora, non posso fare a meno di pensare che qualche volta, almeno qualcuna, sarebbe bello poter caricare un savataggio precedente anche nella Vita reale, tornare indietro con un effetto rewind e fare una scelta diversa. Sperando che stavolta sia quella giusta...
Sì, lo so cosa state per dirmi: fatti una vita vera, i vg ti hanno fuso il cervello, sei patetico a farti di questi problemi per un personaggio virtuale... Può darsi che abbiate ragione ma forse, se avete provato davvero tanti giochi nella vostra vita, e siete stati tanto fortunati da trovarne alcuni memorabili, e se avete dedicato loro tanto, tanto tempo, forse è stato perche' sapevate che in fondo c'era qualcosa di più.

“Ebbene,- come giunge ad affermare il critico cinematografico Mitchell Prettyplace nel suo trattato definitivo in 18 volumi su King Kong, -lui l'amava veramente.-” (T. Pynchon)

Lo-Rez: arte, storia, web design
09 . 06 . 2001

La notte che bruciammo Wind

E' la seconda volta che stendo questo editoriale. Il primo che avevo scritto era uno stranissimo miscuglio di misticismo, facezie e insulsaggini, un testo talmente distorto da sembrarmi un opuscolo di Scientology. Questa cosa mi ha fatto un po' paura, poi però ho pensato che lo avevo scritto guardando Xena e con alle spalle otto ore di università e qualche ora in meno di sonno perciò ho concluso che era inevitabile che venisse una cretinata degna solo del tastino delete.
Veniamo quindi a noi, gli sproloqui di questa settimana non possono non trattare la messa a regime del sito sotto M.it. Se infatti a inizio mese potevamo festeggiare, bere spumante, mangiare tartine e intonare canti popolari senza vergogna adesso è il momento di fare il punto su come stiamo andando.
Innanzitutto è bello constatare che la grande divinità software che si agita dietro ogni numero binario che scorre nel silicio abbia anche in questo frangente voluto dimostrarci di esistere. Evidentemente abbandonare un server come quello di Wind che tanto abbiamo sfruttato quale trampolino ha comportato un grosso debito di karma, debito che è stato scontato non solo da noi, ma da tutti gli utenti dell'arancione compagnia. Probabilmente offeso dal nostro subitaneo e utilitaristico voltafaccia, infatti, l'ftp dell'area web spaziowind si è chiuso in sé stesso, impedendo cioè a chiunque l'accesso, per una settimana buona (è un'interpretazione un pochino egocentrica...). Questo ci ha impedito per lungo tempo di piazzare al nostro antiquo indirizzo il giusto redirezionatore necessario a portare alla nuova tana i fedeli di vecchia e vecchissima data del coniglio (questi ultimi, indefessi 18 contatti settimanali, meritano minimo una medaglia e comunque si potranno bullare tra qualche anno dicendo "io c'ero" tipo come a Woodstock). Ad ogni modo, fortunatamente, oggi è tutto risolto e chiunque ci cerchi rimbalzerà senza problemi tra le nostre braccia senza colpo ferire.
Giacchè oggi sono in vena di calcoletti, impressioni, sentimenti sociali e cose del genere facciamo qualcosa di veramente disgustoso: mettiamo mano ai numeretti del nostro counter e bulliamoci come le più note trasmissioni televisive. Perchè cribbio gente! Sono abbastanza stupito di vedere quanti siete e mi pareva bello esternarlo almeno una volta tra queste righe (soprattutto, aggiungo malignamente, quando tra queste righe non ho nient'altro da esternare...non vi capita mai a voi un calo di ispirazione?). Senza ridurci a noiosa algebretta posso dire che il vecchio indirizzo a chiuso con buona dignità dandoci a vedere un nutrito (e speriamo) assiduo pubblico mentre questo nuovo su M.it sta al momento avendo clamorose impennate che potrebbero portarci all'entusiasmo più isterico (UUUUUUUUEEEEEEEEEEEH YEEEEEEEEH AAAAAAAAAAH OOOOOOOOOOOOOH YUPPI YUPPI EEEEEEH...ehi! Avevo detto potrebbero!). Mi stupisce poi la dozzina di contatti che abbiamo avuto dalla Svizzera e i due dall'Inghilterra! Però! non credevo che avremmo persino passato le frontiere! A quando ci fanno ambasciatori dell'ONU?
Per finire una nota di servizio a cui magari avete ormai fatto l'abitudine, ma che oggi come oggi è più doverosa che mai. Avrete notato (lo avranno notato soprattutto gli utenti Netscape) che il passaggio di server ha portato a nuova tecnologia (l'ASPitaopitone). Giacchè tale passaggio lo ha portato a termine il webmaster (Lo-Rez) funziona tutto benissimo però il Site-Administrator (me medesimo) ha deciso di mettere mano alle vecchie pagine d'archivio per fargli un bell'upgrade e questo, signori, potrebbe essere il più grosso disastro del www dal millennium Bug! Insomma, adesso che scrivo ho questa discreta montagnetta di files sul mio ardisco che mi sembrano modificati in modo extralusso però chissà come essi si comporteranno una volta che si troveranno soli soletti sul server? Ai poster l'ardua sentenza, sebbene mi faccia un po' specie farmi giudicare da una foto appesa alla parete...

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0