Strip
501
12 . 02 . 2011

Il Coniglio si sentiva solo

Che la Vita Reale™ rivesta meno interesse delle vite parallele che potete condurre nei videogiochi, penso sia un assioma condiviso da tutti i lettori di questo sito. Certo, molto di noi non lo pensano veramente, lo dicono solo con ironia, hanno paura di crederci davvero... ma per alcuni, i più ossessionati tra tutte le specie di maniaci, è la semplice verità.
Il Mondo li detesta per questo, li teme e cerca in tutti i modi di sopraffarli: ma tranquilli, Follow The Rabbit è un rifugio sicuro.
A proposito del Mondo, le fortificazioni di FTR hanno resistito per 500 puntate, ma era inevitabile che prima o poi collassassero sotto l'assalto dei Social Network. Il Nemico infatti ha armi sempre più potenti, e il suo esercito si ingrossa di giorno in giorno. E così anche FTR, il qui presente sito, ha la sua paginetta su Facebook.

Chi ha imparato a conoscermi, in questi 10 anni, può forse immaginare quanto mi sia costato scrivere un collegamento a quel particolare indirizzo.

Mi sento di tranquillizzarvi su una cosa: non abbiamo in progetto di spostare i nostri favolosi contenuti multimediali sul Social Network, né di renderli un'esclusiva accessibile solo da chi ci piace. Ricordate, FTR Non Lo Facciamo Per Voi™, e considerato che il 50% degli autori di FTR non è neppure iscritto a Facebook, sarebbe bizzarro che ci vendessimo così ai Social Network.
Comunque bravi, adorabili Lettori, sono proprio orgoglioso di voi (tutti e 7). Nel sondaggio che abbiamo proposto per valutare le vostre reazioni, avete levato le vostre vocine per dirci che non siete su Facebook, in controtendenza rispetto alla maggioranza degli utenti internet. Bravi, sono commosso. Sapevo che siete i migliori.

Ma basta parlare di queste cose: penso di aver scritto l'Odiato Nome abbastanza volte questa settimana da bastarmi per altri 10 anni. Sempre che ci sia ancora, Facebook, tra 10 anni. Non per bullarmi, ma... NOI CI SIAMO ANCORA, HA HA HA!
Ho da dare una comunicazione di servizio: il 28 febbraio p.v. si terrà l'Italian Shmups Knock-out 2011. Nonostante il nome, si tratta di un torneo tutto italiano dedicato agli sparacchini duri, ovvero ai bei giochi di astronavine di una volta. Fa un po' impressione vedere associato l'aggettivo “moderni” ai titoli usciti dopo il 1992, non è qualcosa che si vede spesso in questa Industria.
Il torneo sarà disputato a distanza, ognuno nella sua triste stanzetta buia, a colpi di registrazioni di gioco fatte con l'emulatore certificato. Purtroppo (o per fortuna) non sono un giocatore da competizione, mi mancano le forze, ma ho un debole per questo ambiente.

Lo-Rez: arte, storia, web design
12 . 02 . 2011

Inutili cianfrusaglie

Siamo su Facebook. Si, lo so di avervelo già detto settimana scorsa, ma vi avevo anche avvertito che sarei ritornato aggressivo dal punto di vista promozionale. Tipo, questa volta, dicendolo subito, dovrebbero vederlo anche quelli che non scrollano perché non leggono gli editoriali. Qualche click in più conto di acchiapparlo. Adesso abbiamo 39 amici, contando anche del generoso spam sulla mia lista amici, conto di fare altri numeri, anche perché altrimenti la pagina non avrebbe senso. Ovvia la vostra chiamata alle armi. Sicuramente, giocando sporco, ovvero infettando con il link l'articolo su M.it, rastrellerò un buon bottino di numeri. Altre idee diaboliche mi verranno. Voi tutti che mi ascoltate... bhe... fate la vostra parte.
Ho comunque già appurato che Zuccobergo mi odia. Non ho fatto in tempo a creare la pagina che lui ha deciso di rompere il "suggerisci la pagina" uno di quegli spam-tool che vanno tanto sul Social Network blu. Credevo di aver proclamato a gran voce la creazione quantomeno a tutti quelli che conosco e invece è giunto loro un confuso e debole sussurro. Se non fossi ingegnere delle Tenebre, la cosa avrebbe potuto gettarmi nello sconforto.
La voce del forum, altrettanto, spezza le mie speranze e la mia foga. Il pubblico del coniglio sembra che su Facebook non esista. Non mi sembra niente di nuovo. I Super Utenti Ninja non sono mai stati troppo supini alle mode. Ma, intendiamoci, la propaganda su Facebook non esiste per loro. La propaganda su Facebook esiste per gli altri, quelli che non ci seguono veramente. Quelli che cliccano e basta. Si, Non lo Facciamo per Voi. Ma per il nostro compleanno voglio una torta fatta di Numeri. E' un modo come un altro di celebrare. Avremmo potuto con sei o sette danzatrici del ventre e invece voglio un'orgia di numeri. Prendiamola come una sfida WEB 2.0.
Intanto oggi, tanto per cambiare, un'altra ricorrenza importante per FTR: S.Valentino. Disprezziamo tanto questa festa, tra tutte, che arriviamo addirittura a festeggiarla, oltretutto lo facciamo seriamente, tramite immagini cucciolose del nostro autore. Ma se ci conoscete da qualche anno sapete perfettamente che si tratta della routine.
Qualcosa che invece non riguarda proprio la nostra routine è legato alla strip di oggi. Niente che possa già anticiparvi, ma ne vedrete delle belle. Nell'anno del coniglio.
Ovviamente tutti questi festival non devono assolutamente offuscare le nostre menti e impedirci di fare il nostro dovere. Il mondo reale continua a fluire intorno a noi, la Storia brama di essere scritta, la nerditudine deve continuare a rimanere sotto la nostra lente. Ho abbastanza fiducia che Lo-Rez, in questi tempi, non deragli come sto facendo io, quindi probabilmente ci affideremo a lui.
Intanto, affrontando il mare magnum di nerdismo che assale tutti i media, ultimamente ho pescato un'altra serie vecchiotta per cui inizialmente ho provato solo tiepido entusiasmo, ma che cresce notevolmente stagione dopo stagione. Si tratta di Spooks, serie inglese sul MI5, che è il servizio segreto inglese su territorio nazionale (inglese), solo uno dei TANTI dipartimenti che si occupa della sicurezza del suolo britanno. Ha un buon comparto personaggi, soprattutto il set di partenza con l'impiegato di banca che è superspia, il ragazzetto monello e la ragazza carina e maestrina, con alle spalle il capoccia viscido, ma dal cuore d'oro. Per quello che riguarda le storie ogni tanto va in "crisi d'identità" mettendo in piedi le solite ribollite di terroristi bombaroli e rapimenti, ma mano mano che il sistema ingrana vengono spesso costruite delle raffinate battaglie sul filo del rasoio, senza troppi botti e tanto cervello. Come ho scritto sopra era cominciata senza troppa potenza, poi è realmente maturata e a cavallo tra seconda e terza stagione, compreso il cambio del protagonista principale, ha veramente mostrato i muscoli e adesso ne sono abbastanza intrigato.
Poi Spooks è una serie inglese. Mi sto convincendo che le serie inglesi hanno qualcosa in più. Innanzitutto sono brevi, tra i sei e i dieci episodi, cosa che ti impedisce di incastrarti in un fiume pastoso di trame che rallentano o, magari, si frammentano. E poi c'è una certa cura nella costruzione dei personaggi, soprattutto nei loro lati oscuri. C'è meno ansia di individuare il buono e fargli fare cose buone. Meno ansia di individuare il bravo e fargli fare cose esatte.
Spooks è abbastanza consigliata, se dura da dieci anni ci sarà un perché. Ne vogliono fare anche un remake americano sembra (attenzione, non sarebbe sulla CIA. La CIA non opera negli Stati Uniti).
L'editoriale finisce qua. Stiamo uscendo dall'euforia. Ma magari anche no. Il coniglio avanza.

“Maybe we all become twelve because that's when most of us started playing, and though the reasons we seek escape have changed, the escape is still welcomed”

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0