Strip
500
05 . 02 . 2011

Fortune 500

Oh sì Link, sarà meglio controllare l'ortografia, perché se veramente Bob ha avviato un commercio di schiavette USB, mi sa che dovremo cambiare la fascia di pubblico consigliata per questo sito. Del resto abbiamo pur annunciato alcuni rinnovamenti nella nostra serie Jobs: è un regalo che ci dobbiamo fare, dopotutto siamo nell'anno del Coniglio.
Come accennava Cymon la settimana scorsa, il fatto che il primo Decennale di FTR coincida con l'anno cinese del Coniglio non è e non può essere una semplice coincidenza. Sono all'opera forze più grandi di tutti noi, appena sotto la superficie della realtà, e... insomma, per FTR il 2011 dovrebbe essere un anno un po' speciale. Vedremo.

Le scorse settimane sono state monopolizzate dall'Argomento che regna sovrano nella sezione videoludica della mia mente, e di conseguenza su queste colonne: Final Fantasy. E ne avevo ben donde, considerata la magnitudine delle notizie e dei filmati che i nostri amati Padroni di Square Enix ci hanno fatto pervenire. Ma adesso basta: torniamo ad occuparci d'altro.
Per cominciare voglio subito togliermi il peso di una doverosa citazione di Catherine. Atlus è una casa che conosciamo bene noialtri appassionati di giochi oscuri e impenetrabili, spesso custoditi soltanto nell'isola di Giapponia. L'ultima produzione, che hanno voluto chiamare Catherine, prosegue questa tradizione di pura follia nipponica, ma stavolta pare che la Perversione abbia oltrepassato ogni limite, persino per gli standard orientali (!!!). A cominciare dalla copertina, per arrivare al doppiaggio sonoro, Catherine è il classico titolo che bisogna a tutti i costi tenere lontano dalla mamma, o se è per questo da qualsiasi altra donna della vostra vita.
La direzione artistica è molto curata (davvero, adesso lo dico seriamente), e il gameplay sembra una sorta di platform (?) tridimensionale in cui il protagonista in mutande deve arrampicarsi su dei cubi di Rubik rotanti mentre è inseguito da uomini-caprone zombie... e qui mi fermo.

Per purificare il nostro spirito, dopo il paradiso dei pervertiti che è Catherine, ci vuole proprio un titolo come Fez. Ho già ripetuto che ormai siamo nell'era dei giochini piccini che si scaricano per pochi soldini, prodotti da sviluppatori indipendenti (spesso indipendenti solo per finta!). Fez è un altro di questi giochi, con la classica grafica 2D nostalgica e la musica a 8-bit e tutto il resto.
Ho un debole per questa roba, anche se quasi sempre si rivela una delusione... non tutte le softwarehouse inesperte e alle prime armi, infatti, si rivelano geniali: per quanto possa sembrare strano, spesso queste softwarehouse sono DAVVERO inesperte e alle prime armi, e producono mezze vaccate. Ad esempio, avrei provato volentieri Magicka, ma a quanto pare è del tutto ingiocabile a causa dei bug. Siccome i miei 9.99 euro invece sono garantiti esenti da difetti, prima di fare lo scambio voglio aspettare che risolvano i problemi del loro dannato software.
Sono un po' irritato perché anche il rifacimento di Monkey Island 2, che stavo giocando in questo periodo, si è ribellato azzannandomi quando meno me lo aspettavo, a tradimento: sono anch'io vittima di questo bug, e arrivato quasi alla fine non posso più proseguire. Grazie, Lucas Arts, che te ne freghi dei tuoi clienti: in futuro me ne fregherò dei tuoi giochi.

Lo-Rez: arte, storia, web design
05 . 02 . 2011

E' l'anno del coniglio

Vi attende un lungo e tedioso periodo di celebrazioni della Tana, mettetevi il cuore in pace.
Liberi di non credermi, ma quando cominciai a lavorare a FTR, ormai nel lontano 2001, una delle prime cose che feci fu consultare il calendario cinese. Sapevo che il coniglio era uno dei segni dell'oroscopo cinese e mi intrigava l'idea di farvi notare che avevamo un anno tutto per noi. Allora rimasi piuttosto deluso di vedere che il primo anno del coniglio disponibile era il 2011 perché era decisamente troppo lontano perché mi fosse utile a qualcosa. Una battuta sprecata di cui potevo anche scordarmi, dopotutto sono pochi i siti che campano così a lungo.
Oggi, invece, siamo qui, e in retrospettiva mi accorgo che ai tempi nemmeno mi accorsi che il 2011 oltre essere l'anno del coniglio sarebbe stato anche il nostro decimo anno. E sicuramente mi sarebbero serviti più pallottolieri per stabilire che nel medesimo periodo sarebbe caduta la nostra 500esima strip.
Quando ero giovane e baldo e naturalmente FTR era intriso del sapore della novità avevo una passione per i numeri quasi morbosa. Mi piaceva contare le cose, metterle da parte, accumularle. Al di là del brivido dato dal counter degli accessi mi piaceva segnare ogni traguardo raggiungessimo, in ogni contesto. "Crescendo" la spinta a fare di questi calcoli si è andata un po' esaurendo, avete visto quest'editoriale negli editoriali di compleanno che si sono succeduti così come nelle celebrazioni delle cifre tonde delle strip. Oggi, però, all'inizio dell'anno del coniglio, sento un'energia veramente nuova, genuina, è come se avessi un motivo per celebrare, qualcosa che è effettivamente unico e va sottolineato. La triplice ricorrenza sopra descritta, la congiunzione degli astri, la trama complessa del destino scrivono che oggi è tempo che il Destino faccia un passo avanti.
Tipo su Facebook.
Intendiamoci, una parte di noi non è entusiasta di essere su Facebook. Bhe, direi un buon 99% di Lo-Rez e un 50-55% mio, ma il resto del team sa che dobbiamo andare a pescare nel grand stream e che è ora di accettare la piattaforma blu come mezzo di comunicazione multimediale moderno. Non so cosa ce ne faremo di questa pagina, voglio dire, non è che le pagine di facebook abbiano realmente una qualsivoglia utilità, però sono contento, a mio modo, che ora ci sia. Se invece voi volete esprimere una vostra opinione a riguardo nel forum ho aperto una discussione a riguardo.
Ora bisognerebbe convincere Lo-Rez (sempre quel suo 99%) a cominciare a impastare tastini mi piace qui nel Palazzo, ma la mannaia che mi ha mostrato quando ho posto la questione mi ha dissuaso di cominciare a fare progetti. L'architetus adduce scuse tipo che il blu non si intona con le nostre livree o che è allergico alla f minuscola, ma in ogni caso mi è sembrato propenso a dissuadermi dall'inserire un tasto "mi piace" 400x300 sotto la strip. Vedrò di rimediare in altre maniere.
Ah, tanto per essere chiari, l'amministratore della pagina di FTR sono io. Si, sono presente col Vero Nome e quello che si vede è il Vero Volto, ma sono una persona che segue le regole e le regole di FB sono di presentarsi con la propria persona. Certo, noi nerd le troviamo un po' infantili, ma sapete come è sempliciotta la gente normale...
Una paginetta su un Social Network, ovviamente, non rappresenta il computo totale delle celebrazioni conigliesche. Ovviamente il loro culmine sarà ad Aprile, penso proprio con qualcosa di clamoroso che spaventa persino me. In realtà credo sarà il caso che ci scervelleremo anche per qualche altra iniziativa e rappresentazione visto che quello a cui stiamo andando incontro non è certo da tutti.
Bene, l'editoriale chiude. Quant'era che non scrivevo addosso al Coniglio? Purtroppo in quest'ultimo periodo la Real Life sta bloccando i rubinetti della mia creatività costringendomi a sforzi sovrumani per poche righe. Immagino che le cose miglioreranno... quest'anno non possono che migliorare. Quest'anno è l'anno del coniglio.

“Una provincia si sarebbe potuta dire conquistata quando avessimo insegnato ai suoi abitanti a morire per il nostro ideale di libertà; la presenza del nemico non contava. La nostra vittoria finale sembrava indiscutibile, purché la guerra durasse abbastanza da permetterci di crearla.” - T.E. Lawrence, I Sette Pilastri della Saggezza

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0