Strip
38
26 . 01 . 2002

Carta da parati

Sorry per il downtime (certo che detta così sembra addirittura una cosa carina). Per tre giorni siamo stati spenti, come l'intero Multiplayer Network del resto, per cui se vi siete persi la strip sul Film, assicuratevi di visitare l'archivio: l'abbiamo fatto per questo.
Li volevate con ansia. Sono arrivati. Vestite il vostro desktop con la collezione autunno/inverno dei Wallpaper ufficiali di FTR! In anteprima il nuovissimo logo di FTR!

Per quanto riguarda la strip, siamo stati indecisi a lungo su quale personaggio rendere oggetto delle perversioni di Neo e Cloud. Di giochi topa-centrici (come ama chiamarli Cymon) ce ne sono parecchi, ma alla fine l'ha spuntata Dead Or Alive 3, che ha la tecnologia più adatta a questo genere di, ehm, soggetti. Speriamo che non ci senta Tecmo, che è tanto gelosa delle protagoniste dei suoi giochi da citare in giudizio quei bruti che hanno osato pensare di commercializzare versioni a ridotto numero di poligoni delle ragazze (dove i poligoni eliminati costituivano il vestiario, già ridotto, delle fanciulle).

Era da molto tempo che non compravo una rivista cartacea (che bella parola!) di videogiochi. Per l'esattezza, l'ultima volta che ne ho presa una c'era la recensione di Baldur's Gate 2 in anteprima. Questo mese però TGM ha un'offerta di demo impressionante (RtCW, Legacy Of Kain 2, Sim Golf, Serious Sam SE, Battle Realms), e così non ho resistito. Mi piace questa iniziativa di dare un gioco nuovissimo a chi si abbona, invece di fare uno sconto sul prezzo totale della rivista: adesso danno nientemeno che RtCW, mica Exxtreme Biker o Harry Potter The Game!
Mi sembra il caso di dare qualche impressione sulle suddette demo, dopotutto è per questo che mi pagano (???).

Il secondo episodio della seconda parte della saga di Blood Omen, quella che segue Raziel (le cose iniziano a farsi complicate...), mi ha lasciato freddo: la storia è mostruosamente intricata ma in un demo questo non si apprezza, e poi ho smesso di interessarmi a Kain, Raziel e compagnia dai tempi del primo gioco. Però almeno mi ha dato la possibilità di provare il mio Sidewinder Gamepad Pro con qualcosa che non fosse un rpg 16-bit, e devo dire che non e' poi così male. Certo, niente da' sensazioni cosi' erotiche come il pad della Dreamcast. Quella levetta analogica... ^_^
Ritorno al Castello Lupenstein è esattamente quello che ci si può aspettare: ineccepibile, non ha difetti in se' e per se'. Il disagio che ha espresso bene Cymon pero' e' condiviso da molti altri giocatori, me compreso, che cercano un qualcosa in più da un FPS, ovvero che non sia soltanto un FPS. Io non comprero' RtCW, con tutto il rispetto per il nonno, preferisco aspettare il prossimo remake di id per sapere se il genere mi appassiona ancora o meno.
Serious Sam, diciamo la verità, è un prodotto un po' rozzo. Il suo gameplay semplicistico in realta' nasconde poverta' di mezzi e mancanza di idee, anche se può ritagliarsi la sua nicchia particolare in un settore molto affollato. Se voglio ritrovare le sensazioni pure di DooM, allora io gioco a DooM, grazie; non siamo nel 1994. Il secondo episodio e' un'altra dose del primo, lievemente migliorato dal punto di vista artistico (non solo tecnico, proprio artistico). Quando tornera' (se tornera') il Duca, quello vero, quell'impostore di Sam dovra' scappare a gambe levate.
Battle Realms invece mi ha preso e mi ha portato via. Ambientazione splendida, buoni controlli, unità interessanti (le geishe!), una grafica curatissima e della qualita' di un anime. Questo ottimo RTS non fa che rendere più dolorosa l'attesa di Warcraft III. Oh, non fatemelo ricordare!

Per l'Angolo Settimanale di FF:
Continua il festival delle voci incontrollate e dei presunti scoop che da sempre circonda Squaresoft: dopo l'ipotesi di un Final Fantasy X Gaiden e un quarto episodio di Romancing SaGa subito smentito, ecco che spunta fuori una immagine di Final Fantasy XII. Che sia un'immagine, in effetti, è fuori discussione. Bei colori, CG pulita e dettagliata, non c'e' che dire. Tutto il resto però e' nell'incertezza più totale, per quel che si sa potrebbe benissimo essere lo scherzetto di qualcuno che si diverte alle spalle di milioni di fan, ben conoscendo i sentimenti morbosi che ci legano alla serie di giochi migliore del mondo. Io mi astengo da commenti, voglio solo osservare che di solito nelle immagini ufficiali di Square e' riportato a parte il copyright sulla grafica CG, perche' e' realizzata da una società esterna; qui non c'e'. Boh? Certo che la tipa e' carina sul serio. Mi sa che la terro' come sfondo da desktop, autentica o meno :)

Lo-Rez: arte, storia, web design
26 . 01 . 2002

Red Light District

Cominciamo col dire che, anche grazie all'argomento di innegabile spessore, settimana scorsa gli editoriali del sito hanno stuzzicato diversi fra voi lettori che hanno voluto esprimerci le loro idee. Questo, oltre a farci grandissimo piacere, ci ha anche spinto ad accelerare certe pratiche che stavano in frigo. I nostri coniglietti operai (OGM del coniglio originale, potenziati muscolarmente e intellettualmente, ma privati di qualsivoglia organizzazione sindacale) hanno già preso in mano le loro cazzuole per potenziare la tana. Cosa accadrà? Saran cose belle o cose brutte? Lo scopriremo solo vivendo! Se non altro spero abbiate capito che, quando promettiamo, qualcosa succede sempre (questo fa molto campagna elettorale, ma effettivamente l'entrata in politica è messa in conto per il futuro come passo imprescindibile per diventare padroni del mondo).
All'innegabile spessore cinematografico-culturare di settimana scorsa risponde quest'edizione del coniglio con l'innegabile spessore pornografico-ormonale dato dalla nostra Clara Croft completamente nuda! E' inutile che diciate di no, un'immagine del genere tormenta i vostri torbidi sogni da mesi, lo shock di vederla realizzata in una vignetta deve essere grande. Questo sito, si sa, è intriso di emozioni forti. Una volta che vi sarete ripuliti il mento dalla bava, quindi, potrete ringraziare me, maniaco sceneggiatore dalle fantasie contorte e picchiare il buon Lo-Rez che le ha sì realizzate, ma ha apposto sul nostro/vostro oggetto del desiderio dei rettangoli di censura ENORMI che stroncano qualsiasi possibilità di sbirciare! Ok, lo ammetto, anche i rettangoli erano nello script, ma la mia idea di partenza era rettangolini-ini-ini, giusto per salvare il pudore del sito, non quei cosi! Se vai a vedere una sfilata a MilanoVendeModa le modelle vanno in giro con meno roba addosso!
Sommo motivo della mia frustrazione è soprattutto il fatto che il disegnatore ufficiale del sito possiede le foto pre-censura! Lo so perchè ho usato quelle per progettare e costruire la mia Bambola Gonfiabile Clara Croft™. Quest'ultima, a proposito, sarà in vendita on-line prestissimo, appena avremmo messo in piedi un merchandising come si deve.
Il mio vicino di column, comunque, sa farsi perdonare quando ci si mette: un salto alla sezione artistica questa settimana non darà solo gioia ai vostri occhi, ma anche al vostro desktop! Pensate che sto anch'io prendendo in considerazione l'idea di followtherabbittare il mio windows98 e una cosa del genere è un evento, giacchè non cambio wallpaper da circa due anni (ho comunque una splendida gigantografia di Raziel che fa il suo effetto...). Quanti come me saranno pronti ad erigere il vessillo conigliesco? Sarei curioso di stilare una statistica...
Sapete che non sopporto gli editoriali brevi e che farei di tutto pur di allungare il brodo, pure citarvi tutta la mia pagella delle elementari. Sfortunatamente quest'ultima è in solaio così mi ritrovo proprio a secco di idee e non posso fare altro che passare ai saluti. Data la palese citazione Dukenukemiana del titolo chiudo il cerchio riprendendo le parole del carismastico Serious Sam (per essere un gioco che non mi piace lo sto vampirizzando un po' troppo):

"To be or not to be, that is a serious question"

Avendo giocato solo col demo non potrò mai spingermi oltre nel riportare le parole del tamarro.

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0