Strip
438
21 . 11 . 2009

Il bel paese

La strip odierna si trastulla pericolosamente con l'Attualità™, la brutta bestia che di solito teniamo in gabbia tra le nostre strisce domenicali su Multiplayer.it. Del resto il lancio trionfale che ha avuto Modern Warfare 2, un successo così clamoroso che sarà ricordato negli annali, è riuscito a perforare anche la nostra corazza di insensibilità alle cose del mondo.
Già che siamo a parlare delle cose del mondo, ne approfitto per portare alla vostra attenzione questa illustrazione sorprendente. Non ha a che fare con i videogiochi, ma con quella rivista per fighetti intellettuali che è Wired, e per di più nell'edizione italiana (?). Naturalmente non ho mai acquistato nè visto nè sfogliato la rivista (mi pare che Cymon invece ne abbia parlato), ma sono venuto a sapere comunque di questo diagramma su due pagine commissionato a una ditta di design nostrana, perché è un'opera d'arte notevole.
Si tratta di una mappa del futuro immaginato da altri insopportabili fighetti intellettuali, ma in mezzo agli slogan che vanno di moda al giorno d'oggi ci sono alcune cosette davvero bizzarre e interessanti, che fanno pensare. Se non avete di meglio da fare.

Venendo invece a noi, cioè ai videogiochi, è con sommo giubilo interiore che ho accolto l'uscita di Assassin's Creed II. Assassin's Creed mi è piaciuto molto, come ho detto a suo tempo, e questo secondo episodio sembra costruito a tavolino, con un budget illimitato, per ribattere punto su punto alle critiche ricevute dal primo. Credo poi che per noialtri italiani la sola ricostruzione dell'Italia rinascimentale valga da sola 59.99 euro (o lo sforzo di trasportarlo a dorso di mulo da regioni lontane, se siete dei bastardi senza gloria).
Non è italiano ma quando si tratta di saltellare da colonna a colonna nessuno batte il Principe di Persia, e siccome la sua è un'altra serie che non mi vergogno di apprezzare, mi ha riempito di gioia il primo trailer del film.
Se tutto va come deve andare, Prince Of Persia sarà di graaaaaan lunga il miglior film ispirato a un videogioco, e il primo che non mi spingerà al suicidio. Non posso esserne certo, ma potrebbe anche essere un buon film. Dopo aver visto i Pirati dei Caraibi mi pare di aver già visto anche questo, di aver già sentito le battute e di poter abbozzare uno storyboard accurato scena per scena: ma questo non è un male, è un genere di film senza tempo, che non fa male a nessuno, che diverte gli innocenti e gli ingenui.
A questo punto devo citare anche quel film amatoriale fatto da italiani, Metal Gear Solid Philantropy. Pur apprezzando l'impegno non posso certo dire di essere rimasto affascinato... si tratta di un'opera partita con troppe ambizioni, come succede sempre in questi casi, e già solo averla portata a termine è il risultato migliore che si poteva sperare. Resta comunque l'unico esempio di cinema prodotto nel nostro paese negli ultimi 30 anni (preferisco fingere che nessuno faccia film in Italia da 30 anni a questa parte, così l'orrore è un po' più facile da sopportare).

Sto cercando di limitare i riferimenti a Final Fantasy XIII su queste colonne, in attesa dell'uscita prossima ventura... ma è difficile perché la promozione è ormai a pieno regime Segnalo solo il video in cui è stata annunciata ufficialmente la data d'uscita occidentale. Forse sembra strano detto da me, ma quel video mi fa paura.
Non so perché ma mi inquieta questo tizio elegante, che presenta il gioco sorridendo come se stesse preparando l'arrivo trionfale di un dittatore che ci ha già imprigionato in un regime dove nessuno può permettersi di dissentire... come se FF non fosse solo un altro videogioco, ma qualcosa di più grande e d'importanza vitale, dal cui successo dipende non solo SquareEnix, ma il destino del mondo intero.
Ma forse sono solo ossessionato.

Lo-Rez: arte, storia, web design
21 . 11 . 2009

Scrooge

Quando ho scritto questa strip c'era Frets on Fire al posto del gioco di giardinaggio e, in generale, la scena era nuovamente realmente accaduta. L'ho modificata perchè altrimenti sarebbe uscita una strip classic su un tema che avevo già affrontato, mentre così è un po' più generica e adatta a jobs. Frets on Fire è ancora una mia piccola malattia e ultimamente sto facendo veramente degli ottimi risultati, ma non posso tediarvi ogni settimana con quanto sono bravo a fare Paranoid dei Black Sabbath e come tiro giù l'intonaco a picchiare invio per Killing in the name per cui ho deciso di tenermi tutti questi aneddoti per me, oltre a censurarmi le strip che questa pratica mi ispira, anche se a malincuore.
Ultimamente sto trovando una certa difficoltà a produrre roba jobs, meno roba per Multiplayer.it. A parte che la congiuntura per M.it è molto favorevole, considerando che si avvicina il natale e tutte le major sparano bordate belle grosse sia in quanto a titoli sia in quanto a idiozie promozionali, la questione dei jobs è un po' più preoccupante. Qualcosa mi viene, soprattutto al lavoro e soprattutto su Godel e Neo, ma non riesco a fabbricarne una decina in una botta come facevo un tempo. Bha, passerà anche questa.
Sono appena stato a giocare un po' a Command&Conquer3. Come sapete la saga di Command&Conquer non mi ha mai preso (persino all'interno del mondo Westwood ho sempre trovato che Red Alert avesse più fascino, non fosse che per i tesla coil), la virata aliena non mi convince granché. A parte che a fare la razza aliena sciamosa sono buoni tutti, mi sembra che snaturi un po' le cose. Non per niente ho provato uno skirmish con gli scrim e l'interfaccia non si stacca più di tanto da quella GDI. Mi aspetterei che una razza aliena avesse uno stile di HUD... un po' più alieno. Sembra proprio che i cari ragazzi non si trovino a loro agio a gestire qualcosa di tanto viscido. L'idea del Tiberium contaminante e infestante, invece, è stupenda, soprattutto se prima e dopo aver giocato di immergi nella lettura di ghiaccio-nove. Ma vi sto veramente parlando di un gioco stravecchio come C&C3 con tanto di digressioni casuali? Si, esatto, questa è la mia column, come vi siete permessi di dimenticarlo?
Secondo TGM Dragon Age dovrebbe testimonare la potenza politica del PC come macchina da gioco, allo stesso tempo però il fatto che FIFA sia collassato convertito su PC perchè affidato alle mani sbagliate sembra testimoniare il contrario. Io penso che mi inquieta vedere il numero di dicembre della rivista con in copertina un titolo di cui abbiamo solo una scarna preview. Una volta in copertina si metteva l'uscita clamorosa del momento, il dominatore del Natale, e lo si contendeva alle altre riviste. Questo sta a significare che ormai una cosa per PC fa notizia solo se è molto, molto lontana nel tempo e può sembrare sfavillante, oltre a non essere già stata sverginata dalle rispettive versioni console. Oppure può anche significare che solo l'hype di ciò che ancora non c'è può far clamore, mentre quello che abbiamo in mano è poca cosa. Niente bene quindi.
Ah, Dragon Age, per la cronaca, ha preso 94. Ma tanto noi abbiamo Lo-Rez.
Vorrei registrare per la gentile utenza che anche questa settimana Tiscali sabota la mia connessione di rete. Visto che mi sento impotente nei loro confronti continuerò a denigrarli almeno nella mia column, se anche gli togliero un solo cliente con le mie parole sarò soddisfatto. La situazione italiana della banda è tragicomica in toto e la scelta del governo di non aiutarla si aggiunge alla farsa, ma visto che Tiscali è il mio operatore di riferimento mi sembra giusto prendermela con lui. Il giorno che tutti ce la prenderemo per ciò che è giusto, anche solo tutti con il proprio provider, forse le cose cambieranno. Il che significa che non cambieranno mai.
Credo che l'atmosfera natalizia stia cominciando a incupirmi, se prolungassi questo editoriale potrebbe divenire tetro come il titolo che ho scelto per lui. Molto meglio se la pianto qui e vi lascio tornare alle vostre case. Scommetto che avete tutti molto da fare.

“And the boys from the NYPD choir were singing Galway Bay / And the bells were ringing out for christmas day.”

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0