Strip
857
10 . 03 . 2018

Le edizioni definitive

Le prime timide avvisaglie di bella stagione cominciano ad incrinare la morsa del gelo, e Clara ha già cambiato il suo guardaroba. La strip di oggi conferma inoltre quello che in fondo abbiamo sempre saputo: Clara è una di quelle con l'iPhone rosa.

Ma paragonare la vita lavorativa tra i cubicoli di una softwarehouse alla Guerra e le sue macchine di morte ci sembra, oggi più che mai, troppo irriverente. Dobbiamo ringraziare certi videogiochi, e film come Dunkirk, se anche le generazioni di millennials vissute lontano dalle guerre ne provano soggezione.

Capirete quanto ce ne frega a noialtri della cerimonia degli Oscar (o di altre premiazioni cinematografiche): noialtri che in queste occasioni faremmo come la ragazza di Bastardi Senza Gloria.
Però almeno le vittorie di Dunkirk e di Blade Runner 2049, già magnificato su queste pagine sia da me che da Cymon, ci offrono un pretesto per parlarne ancora. Il primo eccelle nel sonoro, il secondo nell'immagine: insieme sono la sintesi perfetta del Cinema.
(Ci sarebbe anche La Forma dell'Acqua, ma a me piace troppo la Creatura della Laguna Nera originale)
E già che siamo in tema di riedizioni di lusso, di edizioni definitive, di cofanetti di metallo contenenti version Blu Ray UltraHD 4K HDR Col Fischio E Col Botto, non posso non citare il trionfo di Final Fantasy XV su PC.

Da troppo assente su queste pagine, Final Fantasy si ripresenta oggi trasfigurato nella sua evoluzione definitiva Super Sayan: nella Windows Edition c'è dentro di tutto e di più, anche quello di cui non sentivamo il bisogno. C'è davvero il rischio concreto che i costumi da Gordon Freeman o da pollo gigante o da Assassino di Assassin's Creed facciano smarrire al gioco la sua identità... Del resto i giappi hanno sempre sfidato il senso del ridicolo, e non sono mai stati famosi per il senso della misura.
E ancora non abbiamo visto i famigerati mod che la comunità saprà donarci (per ora la concentrazione è tutta su Cindy)!
Personalmente trovo SACRILEGO che si permetta alle masse di mettere le manacce dentro il sacro Final Fantasy per alterarlo a piacimento, ma io sono vecchio e ossessionato.

“Io rimango /
Fino a quando /
Non accendono /
Le luci /
E i bicchieri abbandonati /
Sanno come ci si sente /
Invisibili alla gente /
Come diamanti”

Lo-Rez: arte, storia, web design
10 . 03 . 2018

Adult swim

Ma meno male che Trump ha riesumato la polemica sui videogiochi che inducono alla violenza. Era un sacco di tempo che l'argomento non aveva più risonanza, intanto, e a noi fa sempre piacere che lo attizzino e poi questo fa sì anche noi videogiocatori possiamo sentirci bullizzati dal The Donald, che se l'era presa con tutti, ma proprio con tutti, fino a questo momento, lasciandoci però fuori. La verità, però, è che Trump ha individuato proprio nell'industria dei videogiochi uno dei più grandi nemici della vendita delle armi in America. Sapete come sarebbe più facile sviluppare un Battlefield o un Call of Duty per un pubblico che non ha la minima idea di quale sia la sensazione di tenere in mano un'arma vera? Un pubblico che non si lamenta che il suono dell'otturatore non è proprio corretto e che a un certo rinculo non dovrebbe corrispondere un certo grado di precisione? E' un po' come venire qua da noi a portare i videogiochi di calcio e sentirsi dire tutto il tempo: no, quello non si può fare, va là, quello sarà stato possibile un paio di volte, questa squadra si chiama con l'accento così... Insomma, i videogiochi dalla notte dei tempi vengono uccisi dagli esperti del settore, perché hanno il loro bello nella loro imprecisione. Se gli Americani fossero meno esperti del settore armi, probabilmente si divertirebbero di più coi videogiochi. E accidentalmente morirebbe meno gente.

Scorro i miei Social Network e mi accorgo di come siano diventati i Social Network di un vecchio. Argomenti seriosi, discussioni importanti, temi scottanti di attualità. Mi è praticamente impossibile scorrerli per trovare qualcosa che sia adatto a FTR. Ma non è che io mi sia messo a fare un qualche tipo di pulizia, eh, oppure che abbia deciso di impegnarmi in certi argomenti. Il problema è che le reti dei social network sono esseri viventi, che si adattano allo scorrere del tempo, richiudendosi intorno alle persone. E' per questo che le informazioni che riportano sono sempre deformate rispetto alla realtà, i social network prendono la tua sagoma come la seduta del tuo divano. E quindi se io invecchio, invecchio biologicamente, lo invecchiano perché alla fine sono composti di persone che stanno diventando vecchie al mio stesso ritmo. E se magari mi lascio sedurre da qualche argomento, se decido di prendere una qualche deriva, ecco che loro mi seguono, estendendo i gangli in quella direzione e non posso chiedergli di tenere viva in me la curiosità di ciò che non seguo in prima persona.
Però la conferma di una nuova stagione di Symphogear mi è arrivata, eh, anche se, come per le altre, dovremo aspettare parecchio per vederla. Evidentemente, sul fondo, c'è ancora qualcosa duro a morire.

Rebels è finito ed è finito bene. Potrei pignolare tantissimo, volendo, potrei anche dire che se ne poteva fare un finale più grandioso, ma con i tempi che corrono, soprattutto nell'universo Star Wars, avercene di storie così. E' anche bello che si sia preso il coraggio di scrivere l'epilogo dopo la fine della trilogia originale, così da mostrarci i personaggi maturati. E' meno bello pensare che tutta l'epicità di quella chiusa, del trionfo della ribellione e del ritorno della pace debba essere prostituita da quella coda storta della terza trilogia, che vanifica e insudicia quella narrativa. Se chiudiamo gli occhi forte, però, ci riesce ancora di credere che il Primo Ordine non sia mai esistito.
E il trailer di Solo si può sopportare. Come è vero che tutte le storie sono più affascinanti se ci metti dentro dei nazisti (o dei sovietici) è vero che tutte le storie di fantascienza sono affascinanti se c'è l'Impero. Solo rischia di essere un Guardiani della Galassia, ovvero un robo caciarone di personaggi che vagano per lo spazio buffissimi, ma avrà dentro l'Impero. Come ho detto prima, di questi tempi è sempre meglio di niente.

-...Diventi un ricco proprietario di micio. Pensi che Allah lo vuole.
- Io sono zoroastriano.
- Allora Zorro lo vuole

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0