Strip
800
21 . 01 . 2017

La sala giochi in tasca

E insomma Nintendo ci ha fatto il regalo di una nuova console, anche se in ritardo rispetto alle festività tradizionali, e comunque non parlerei di regalo dato il costo abnorme... Allora ricominciamo: Nintendo ha fatto una nuova console, e noialtri ritorniamo per un attimo bimbetti felici in pigiama che scartano regali sotto l'albero di natale.
Passano gli anni ma Nintendo è sempre lì, i design iconici delle sue console accompagnano lo scorrere tumultuoso dei decenni e delle nostre vite con essi: il cassone grigio dei pomeriggi con gli amichetti, il mattone coi tasti arcobaleno delle prime ossessioni per gli RPG giapponesi, la valigetta viola che non si ricorda mai nessuno, i telecomandi buffi col laccetto per le serate di ballo sfrenato e promiscuo in una stanza chiusa, tutti stretti e accaldati... e poi le console piccine per gli smanettamenti portatili, comunque sempre a casa e sempre in solitario. O almeno questi sono i miei ricordi, sebbene personalmente non abbia mai posseduto una mia console Nintendo a parte il 3DS.
Ora a questa dinastia viene ad aggiungersi un nuovo strumento di gioco, incentrato su un lifestyle che i giovinetti ironici e disillusi di oggi hanno subito ridicolizzato, quando è apparso nel video introduttivo di Nintendo Switch qualche mese fa.

Ma siccome le nuove generazioni non possono avere cose belle, giù tutti a lamentarsi che questa console su cui nessuno ha messo ancora le mani sarà un fallimento come la precedente, che ha la capacità di calcolo di un criceto e viene venduta a prezzi spropositati e folli, che i joypad sono piccini perfino per le manine del minuscolo popolo giapponese, figuriamoci per noi energumeni occidentali cresciuti a bistecche di bisonte!
Non parliamo poi dei giochi disponibili al lancio... anzi no, parliamone.
Il nuovo Zelda si posiziona già come il successore di Ocarina Of Time in tutte le classifiche dei giochi migliori di tutti i tempi: mi pare pacifico. Per il resto SNK proporrà non i classici storici del NEO-GEO (!), e Capcom da parte sua ha già contribuito con una nuova edizione di Super Street Fighter II Turbo.
Alla gente tutto ciò non piace, perché è roba letteralmente di venticinque anni fa riproposta oggi a prezzo pieno per una console nuovissima. Certo è tutto un po' ridicolo, ma io invece apprezzo tantissimo.
Malvagio Nintendo Switch, non c'era bisogno di ricordarmi una volta di più quanto sono vecchio.

Lo-Rez: arte, storia, web design
21 . 01 . 2017

Ricorrenze ricorrenti

Cosa c'è di meglio che far coincidere la strip 800 con una vignetta sull'assistenza tecnica, di cui sappiamo i grandi poteri magici? Come al solito, quand arriviamo a queste cose come le cifre tonde, mi chiedo se debba celebrarle con più o meno intensità delle date di compleanno. Sinceramente questa cosa del numeretto mi appare più giocosa, è molto più vicina al concetto di score, non è completamente predicibile (sai mai quante vignette manchiamo, di anno in anno, come quante ne doppiamo) e comincia a fare anche un po' più impressione, perché i numeri alti fanno più impressione. In ogni caso, però, scatena in me meno romanticismo, perché alla fine sono un ottuagenario col fetish dell'old style e una buona data vale sempre come una buona data. Cheers comunque, per chiunque pensa che un brindisi non si debba negare a nessuno.

La settimana appena trascorsa è stata utile per recuperare un po' di feedback relativi a Nintendo Switch, scatenati dall'annuncio ufficiale. Come capita sempre per le console Nintendo i sentimenti sono un po' rimescolati. Al solito le caratteristiche tecniche lasciano qualche perplessità e sicuramente ci sono molti punti oscuri su come il suo gameplay potrà penetrare il mercato, ma niente che si distacchi dalla routine. Secondo me il vero punto su cui si giocherà la partita sarà quanto l'identità dello Switch sarà considerata una home console e quanto un'handheld. Sembra che la linea del 3DS non smetterà, ma questo vuol dire poco e niente. Il DS è campato anni dopo l'introduzione del 3DS quindi che comunque la Nintendo si prepari a code lunghe in ogni caso non credo sarà un problema.
Se però l'uso nomadico della nuova console sarà preponderante diventerà chiave di volta la durata della batteria di tutti i suoi componenti, come anche il peso e la praticità di trasporto. In questo senso Nintendo sta facendo un notevole salto di qualità nel campo dell'hardware degli handheld, considerando che questa sarà la sua console di punta e il remoto passato ha insegnato che giocare con la potenza di calcolo in questo campo è molto pericoloso. Ovviamente se queste caratteristiche non lo renderanno abbastanza agile potrà sempre ripiegare sul stare più o meno composto sulle mensole dei videogiocatori, ma così si ritroverà con molte meno armi nel suo arsenale.

Per il resto non c'è altro da dire. Il natale è passato così come le grandi guerre e stiamo tranquillamente muovendoci verso l'estate. Lo so che è difficile parlare di estate mentre si è sotto zero, ma sapete che il mercato si muove su due lunghe onde. Certo, da quando siamo liquidi non è più così sistematico, ma comunque, su tempi medi, siamo sempre lì. Non mi rimane quindi molto altro da dire, anche perché è stato un weekend impegnativo e sono piuttosto stanco. E anche il peso di ottocento vignette ogni tanto si fa sentire.

“Gli argentini, ai quali piacevano la sua maniera di giocare a tennis e cavalcare, lo avevano scambiato per un gentiluomo e ne avevano dedotto che era stupido, cosa che Percy non era mai stato, almeno non troppo.”

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0