Strip
70
07 . 09 . 2002

Diritti umani

Settembre, il mio mese preferito (soprattutto da quando non coincide con il rientro a scuola, per me). Tempo di ECTS, la Fiera Europea del divertimento elettronico. Ma anche tempo di Tokyo Game Show, non dimentichiamolo neppure per un secondo: il 20 saranno tolti i veli da opere d'arte ludica come Final Fantasy XII, Shining Force 4, Seiken Densetsu GBA, Shinobi, MGS2 Substance, Dragon Quest 8, Breath Of Fire 5... Se non vi brillano gli occhi davanti a una lineup del genere, non siete degni di stare qua, ragazzi.
Comunque, tornando a roba più europea, uno dei titoli che mi hanno interessato di piu' dell'ECTS di quest'anno è Broken Sword 3. Non solo promette un buon gameplay, ma l'aspetto artistico del gioco va in una direzione molto promettente: un motore 3D sontuoso messo al servizio di uno stile caricaturale da cartone animato, con colori saturi e animazioni fluidissime. Bella lì.
Parlando di avventure grafiche, Sam & Max 2 uscirà, prima o poi. E questa è un'ottima notizia da parte di Lucas Arts: pur non avendo mai avuto occasione di giocarlo, ho sempre saputo che il primo era un gioco coi fiocchi, forse superiore perfino a Monkey Island. E poi c'e' un coniglio bianco!
Comunque, tanto per ricordare qual è il gioco-ossessione del momento, c'e' un'altro disegno su Warcraft 3, corredato da bozza originale a matita. Questa volta il soggetto sono gli Orchi.

Ultimamente ho scoperto alcuni cartoni animati realizzati in Flash, e rimpiango di non averlo fatto prima. Sapevo che Flash ha potenzialità enormi, ma non pensavo che fossero state effettivamente sfruttate: invece ho visto cose di livello artistico indicibile. Per non parlare dei giochi. Giochi che superano il livello di una console 16bit, solo a risoluzione molto più alta (direi illimitata, visto che è tutto vettoriale). A quanto pare esiste tutto un mondo di picchiaduro 2D realizzati in Flash. Quello di King Of Fighters non e' male, ma aspettate di vedere Ragnarok Battle. Basato sul gioco di ruolo online Ragnarok (a sua volta basato su un fumetto), questo action/rpg promette faville... il problema e' che non sono riuscito a trovare un link per lo scaricamento, in mezzo a quel guazzabuglio di ideogrammi nipponici. C'e' una demo che vi consiglio ardentemente di visionare, e' semplicemente divina (per scompattarlo vi serve Winrar); c'e' un altro filmetto molto carino, ma del gioco vero e proprio neanche l'ombra. Probabilmente e' ancora in fase di sviluppo. Spero di saperne qualcosa di piu'.

Chiudiamo in bellezza questo editoriale settembrino: in Grecia il Divertimento Elettronico è stato dichiarato fuorilegge.
C'è da crepare dalle risate, ma il fatto succulento e' che e' tutto vero. In pratica pare che, per contrastare la proliferazione dei videopoker e altri sistemi per gioco d'azzardo, i saggi legiferatori atenesi abbiano pensato di proibire qualsiasi forma di gioco elettronico, sia in luoghi pubblici che privati. Niente console, niente giochi PC, niente sale-giochi, niente Snake sul telefono cellulare.
Se vi sentite indignati e volete dare una mano ai colleghi greci potete votare una petizione, oppure potete sogghignare pensando a quanto è bello non vivere in Grecia.
(Ad ogni modo, meglio che mi affretto a finire Neverwinter Nights... non si sa mai.)

In compenso in Iran il videoludo è perfettamente legittimo, sennonche' chi viene sorpreso a giocare a Quake riceve 70 frustate in nome di Allah. Che sublime, ammirevole cultura.

Lo-Rez: arte, storia, web design
07 . 09 . 2002

Tell me why

Sono particolarmente contento della vignetta odierna perchè trova origine nel nostro Forum, strumento che ha da sempre una vita travagliata e che malelingue vorrebbero superfluo. Il fatto che qualche buona idea per le strip venga da lì è secondo me, invece, la prova che funziona e che ogni tanto può ospitare qualcosa di buono. Speriamo in ogni caso che, avendo affisso in piazza pubblica alcune precisazioni che i fatti hanno reso doverose, d'oggi in poi ci siano un po' meno fraintendimenti al suo interno e le discussioni siano sempre più costruttive (anche perchè se alle strip ci pensate voi, io posso starmene in panciolle e mangiar pane a tradimento...).
Al di là di tutto questo però bisogna dire che Berserk è stato proprio un bel cartone animato, con una trama bella massiccia (più massiccia di quella di - tanto per fare un nome - Evangelion), personaggi per delineati (delineati meglio di quelli di - tanto per fare un nome - Evangelion) e dotato di indubbio carisma (maggior carisma di - tanto per fare un nome - Evangelion). Insomma, avrete capito che ho preferito Berserk ha tante altre cose scorse sui nostri schermi nella stagione passata, cose come...chessò...Dragonball. Peccato che la sua programmazione fosse data in mano ai soliti mattacchioni (a denti stretti) di Mediaset che la hanno rimescolata e confusa come nel gioco delle tre carte, facendomi perdere il finale (come poi è avvenuto pure con X-Files...devo stringere la mano al genio che ha deciso di spostare proprio l'ultima puntata...secondo me fanno dei test seri alla gente che assumono in TV, è che poi, una volta in ufficio, si vede che quelli cominciano a bere).
Passiamo a faccende più strettamente lavorative: ho già segnalato Neocron un po' di tempo fa e ultimamente ho potuto provare un demo off-line che lo riguardava, il che mi costringe a fare un pochino marcia indietro rispetto a quanto dissi. L'atmosfera è molto buona, a metà tra System Shock e Deus Ex e l'idea di un'amministrazione ingombrante e tangibile immerge bene il giocatore nell'ambientazione. Non capisco però perchè mai adottare un sistema di combattimento "ibrido", dove ci si muove con in un FPS, ma in cui il puntamento e il relativo danno è deciso a tavolino. Questo permette di dare un peso alle statistiche dei personaggi anche in battaglia, mi sta bene, però la sensazione che si prova è, per me, sgradevole, mi fa tanto "click&pray", spara e abbi fede che qualcuno manderà i tuoi colpi a segno. Ad ogni modo il demo off-line di un MMORPG è ovviamente ingannevole (questo qui aveva pure una trama...abile mossa di mercato) perciò i miei giudizi sono assai parziali. Chi vivrà vedrà.
La verità è che speravo in un piccolo Unreal Tournament incastrato nella struttura di un RPG, con zone in preda al caos da attraversare pistola alla mano e altre dove discorrere amabilmente coi propri amici. Una spece di MMORPGFPS, o un codice fiscale di questo genere. Chissà che a qualcuno non venga lo schiribizzo di lavorarci...
In questi giorni l'oscurantismo ci sta dando dentro parecchiotto, sarà l'autunno entrante: l'uscita di Mafia ha rintuzzato la ridicola e squallida caccia alle streghe che questo titolo ha suscitato mentre non si capisce bene cosa stia capitando in Grecia. La seconda questione è fin troppo clamorosa quindi meglio commentarla quando le verranno date le giuste dimensioni mentre la prima è sostanzialmente un teatrino che, se non sbaglio, ho già segnalato sulle nostre pagine. Come ho già detto spesso mi sembra brutto stare qua a girare e rigirare il coltellaccio in piaghe che non andrebbero neanche segnalate come tali, mi chiedo solo quanto abbia senso che il nostro parlamento si metta a discutere di un videogioco. A questo punto perchè non portare all'attenzione dei deputati le esose richieste hardware di Unreal Tournament 2003? Non è antidemocratico che un prodotto del genere possa essere giocato solo con un attrezzatura di un certo livello? Oppure non si dovrebbe protestare per il fatto che lo sceriffo di Nottingham è un bastardo anche in Stronghold: Crusaders? Non va discusso il suo ruolo storico e gli ingenti danni che luoghi comuni del genere causano alla ridente cittadina di Nottingham? E paradossi di questo tipo a discendere...
L'angolo del consiglio estemporaneo (siamo in chiusura di column se non l'avete capito) stavolta è rivolto ai più coraggiosi tra voi e riguarda un libro che non dovete comprare, ma semplicemente scaricare dal già segnalato Liber Liber. Si tratta di "Viaggio in occidente" di Wu Cheng'en, un romanzo cinese del '500 secondo me estremamente godibile. E' abbastanza interessante oltretutto il fatto che le leggende su cui si basa siano poi servite anche in tempi moderni per delineare alcune caratteristiche di Goku di Dragonball nonchè (più apertamente) quelle di Monkey, cartone animato un po' più vecchiotto. Provare per credere. L'invito a scaricarlo è rivolto solo ai più coraggiosi in quanto, ridendo e scherzando, l'opera consta di circa 1200 pagine Times New Roman corpo undici, per cui leggerlo non è proprio impresa da poco (io, pian pianino, ci avrò messo i miei quattro-cinque mesi), comunque secondo me ne vale proprio la pena.
Ora che ho assolto un po' a tutti i compiti che mi competono mi inchino, saluto e vi rimando a settimana prossima!

"Surprise! Surprise! I need a keycard..."

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0