Strip
694
13 . 12 . 2014

Annunci precoci

La settimana scorsa questa pagina ospitava una dissertazione in stereofonia, da parte di entrambi noialtri Autori, sulla nuova spada laser mostrata nel trailer di Guerre Stellari. Non capita spesso che io e Cymon siamo sintonizzati con tale precisione su un particolare argomento, ma è del tutto naturale che Guerre Stellari possa ottenere questo effetto, su di noi e gli altri sfigati.

Ma basta parlare del passato, e mettiamo da parte anche la strip odierna, con le sue fantasie pervertite su orgie di cosplay da consumarsi in ufficio.
Bisogna parlare di videogiochi. C'è ancora tanto sale in giro per lo stato pietoso in cui è stato messo in vendita Assassin's Creed Unity, e ora Ubisoft si fa scappare un video per un nuovo Assassin's Creed, Victory... Incontrollabile, svergognata, schizofrenica Ubisoft: la tua cupidigia non conosce limiti.
Bello l'Assassino spazzacamino, però.

Passiamo a un altro editore con imbarazzanti problemi a controllare le proprie uscite: Capcom. Era un po' che non si faceva viva, Capcom. Un paio di delusioni l'hanno spinta giù, tra le ombre, e forse sarebbe già fallita se non fosse per l'ossessione tutta nipponica per Monster Hunter.
E ora dal nulla spunta fuori un titolo di peso come Street Fighter V (!!!). Così, senza preliminari. Ma bisogna andarci piano con i sentimenti, Capcom! Aspetta almeno di finire di vendere Ultra Street Fighter IV, anche tu.
Chun-Li in questa grafica da Nuova Generazione fa una gran bella figura, però.

Lo-Rez: arte, storia, web design
13 . 12 . 2014

Scalare l'albero

Non so come la prendiate col fatto che sono iventato più esperto di serie TV e cinema che di cartoni animati e quindi qui di quello parlo, ma al solito non lo Facciamo per Voi e poi il nerd moderno sta davanti alla TV, che davanti ai videogiochi è troppo mainstream.

Il natale è quel momento in cui le serie TV si fermano per lasciare spazio a disgustosi spettacoli melensi. E' un grande momento di marketing perché di solito è una dichiarazione di intenti per come andrà la serie in primavera e un grande momento per assicurarsi la fedeltà degli utenti. Facciamo il giro delle serie TV di supereroi DC, che sono diventate la mia attuale passione. Qui non verrà valutata la serie, ma il solo cliffhanger, eh!

Gotham: voto 4. La serie migliore delle tre, quella che per ora ha dimostrato miglior costruzione e miglior recitazione, forse decide di essere troppo figa e impegnata per meritarsi un finale fracassone. Il risultato è un episodio che non aggiunge niente alle vicende generali, non si impegna granché a scavare nella mitologia di Batman, non presenta personaggi pesanti e si, concede sul finale un lieve cambio di scenario che non si sa bene che cosa rappresenti. Gotham è veramente molto ben costruita, quindi risulta una serie poco ignorante. Purtroppo l'ignoranza, vedremo avanti, paga tantissimo in questo momento particolare della stagione.

Flash: voto 6,5. Flash è LA serie di supereroi. Dicono che Agent of SHIELD sia diventata interessante, ma dovete andarlo a controllare voi perché io là non ci torno. Flash è una serie piena di personaggi che fanno cose buffe ed effetti speciali ed è aiutata anche da un setting solare che non fa sfigurare costumi e quant'altro. Il cliffhanger torna sul bolide giallo che ha ucciso la madre di Barry (ed è, accidentalmente, più veloce di lui) e costruisce, con questo, un paio di duelli proprio belli. La puntata introduce anche quello che sembra un uomo supereroe buono, sempre dotato di superpoteri, che è una gran bella cosa in una città che è pronta a diventare un campo di battaglia tra metaumani. Perchè solo sei e mezzo? La puntata si perde nel finale, declina nella melassa natalizia e concede il solito sguardo disturbante sulla trama alla fine, che potrà anche essere intrigante, ma è un po' poco per il cliffhanger.

Arrow: voto 7. Arrow, rispetto alle due serie di cui sopra, è la peggiore. Ma è la peggiore da tre anni, è una serie stupida che mette simpatia in quanto stupida, che si regge principalmente su una regia eccezionale delle scene action e una gestione dei costumi molto sottile. E' anche accidentalmente la serie che non c'è di Batman e questo aiuta. Visto che il suo scenario è quello da sempre più raffazzonato non ci si aspetta che il cliffhanger faccia saltare sulla sedia e anche se si butta una luce abbastanza netta sulla morte di Sarah Lance (purtroppo non calcando la mano fino in fondo) non ci si sente mai stupiti o spiazzati. Però ha il finale che deve avere un episodio che deve far parlare di sé, con tutti i crismi del caso. Un finale potente, sfacciato, qui si realmente ignorante, che sembra proprio una trollata aperta nei confronti dei fan. Arrow è così, non rimarrà nella storia, ma almeno una volta a settimana sei contento di vederlo.

“ Dondola , dondola il vento la spinge / cattura le stelle per i suoi desideri / Un' ombra furtiva si staccca dal muro / nel gioco di bimba si perde una donna ”

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0