Strip
528
27 . 08 . 2011

Una compilation per l'estate

Baldi giovini da ogni parte del mondo richiamati con urgenza alla base per salvare l'umanità da una terribile minaccia: sembra un cartone giapponese, e invece è semplicemente la Realtà quotidiana per noialtri autori di FTR, che rientriamo oggi dalla pausa estiva.
Le nostre strip, invece, saranno ancora per qualche settimana a tema vacanziero, un po' perché le abbiamo fatte durante l'estate, e un po' per tener viva la nostalgia. Oggi ad esempio scopriamo che Neo & Gödel, colleghi Ingegneri delle Tenebre, sono andati in vacanza assieme, ma la loro bella gita è stata rovinata da un banale errore di ortografia, la scomparsa di una “o” nel titolo che fa la differenza tra una guida turistica e un manuale di algoritmi di Ricerca Operativa.
Ma sospettiamo che Neo & Gödel, in fondo in fondo, si divertano di più così.

Chi si fosse perso la nostra tradizionale illustrazione estiva, che vi ha tenuto compagnia durante la nostra assenza (?), può da oggi ammirarla anche in formato wallpaper: Vacanze '11. C'è anche il resto dell'archivio, per chi vuol dare un'occhiata. Cymon ha notato che questa immagine ricorda la copertina di una compilation di canzonette estive degli anni '80, di quelle che si trovano sulle bancarelle, ed è stata esattamente questa la mia ispirazione... In altre parole, il design è intenzionalmente di cattivo gusto.
Veniamo ai videogiochi. Soltanto i tedeschi, che vivono in un paese dove l'estate non c'è, potevano organizzare una fiera a metà agosto, quando chi è via non si interessa e chi è a casa non ha voglia di interessarsi. Eppure c'è stato il Gamescom 2011 a Colonia, e a ben guardare tutti gli altri momenti dell'anno erano circa già impegnati da manifestazioni internazionali del settore.
Non parlerò di questa fiera, dunque, ma di alcune notiziole raccolte durante l'estate, che magari sono state presentate al Gamescom e magari no. Tipo WildStar Online. Non mi interessa niente dei giochi online, tantopiù se per ragazzi, ma il filmato che hanno realizzato per presentarlo potrebbe essere un cortometraggio di Pixar, e sarebbe uno dei migliori che hanno mai fatto. Bisogna pagarli solo per questo.

Tutti stanno parlando di Deus Ex: Human Revolution, ne stanno parlando benissimo, e se lo merita. È tanto bello che i soliti farabutti ne hanno interrotto la vendita. Sembra che questa cosa vada di moda in questi giorni, da quando Apple ha deciso di proibire la vendita del mio telefono perché è tantissimo meglio dell'iPhone, tanto clamorosamente migliore che la vergogna era diventata insostenibile... e il povero iPhone ha minacciato il suicidio se l'S II fosse rimasto libero di girare per l'Europa.
Ma non divaghiamo. Spero che Deus Ex: Human Revolution abbia tutto il successo che merita perché è un gioco fatto bene anche per PC, un onestissimo gioco per PC, e di questi tempi non è poco. Ma soprattutto perché ha una direzione artistica di grande rilievo, una visione che domina tutto il gioco e tutte le pubblicità e i poster e i sii creati per promuoverlo, e anche questa qualità non si vede spesso.

Lo-Rez: arte, storia, web design
28 . 08 . 2011

Time paradox

Mi accingo a scrivere l'editoriale di rientro dalle ferie nel cuore di Agosto, con ancora una settimana di ferie davanti e in una breve pausa tra un viaggio e l'altro. Credo molto nell'importanza del momento in cui si scrive l'editoriale, non è un caso che lo scriva sempre il venerdì prima della pubblicazione, anche quando l'argomento da trattare mi è noto e ben delineato da prima. Questo per spiegarvi che non è affatto facile vergare queste righe con la dovuta passione.
Dovrei parlarvi di videogiochi. Degli incoscienti proprio pochi giorni fa hanno messo in piedi una manifestazione chiamata Gamescom. E' ovvio che tutti i veri appassionati e tutti i veri videogicatori, nonostante siano stati tutti a forza deportati in località di villeggiatura, di nascosto dai loro compagni di viaggio hanno trovato una connessione wifi, un collegamento satellitare o un cavo oceanico grazie a cui suggere informazioni relative a questo importante evento.
Bene, lasciate che vi spieghi una cosa. Sono troppo vecchio per questo tipo di cose: emozionarmi per le fiere, sbavare dietro alle press release e fingere di stupirmi di fronte a notizie che sono bene o male sempre le stesse. Per la settimana della Gamescom ero lontano dalla rete a catalogare sangrie e non è cosa di cui mi penta. Quindi mi spiace informarvi che della Gamescom non so assolutamente niente e non sarò qui a darvene un resoconto.
Affinché non vi sembri, questo editoriale deformato nel flusso del tempo, una presa in giro per voi che magari avete ripreso già a lavorare e vorreste della solidarietà, permettetemi almeno di usarlo per parlarvi di FTR. La stagione, infatti, comincia a Settembre, con le scuole e quindi stiamo andando incontro a un nuovo anno di avventure.
L'Anno del Coniglio non è ancora concluso. Sebbene le sue celebrazioni non siano più isteriche e sgallinate come al suo inizio, comunque tutti questi trecentosessantacinque giorni celebreranno degnamente il nostro decennale. Come vi ho detto l'anno del coniglio è un anno di cose incredibili e la Cosa Incredibile per antonomasia sembra lì lì per accadere. Potreste averla già intuita dalla nostra immagine estiva, ma se non ci avete fatto caso perché il sole vi abbacinava troppo sappiate che è proprio così. Stiamo parlando di un avvenimento tanto clamoroso che solo un momento di prodigi come questo può permettergli di venire al mondo, solo la congiunzione astrale dell'Anno del Coniglio, è scritto nei libroni, può essergli utile. E questo avvenimento è... bhe, avremo tempo di parlarne (tanto l'avran capito tutti tranne due o tre molluschi).
Meno clamoroso, ma non meno importante, il restyling dei contenuti di FTR Jobs. Si tratta di un'operazione di basso profilo, di cui potreste non accorgervene realmente, ma dal punto di vista interno è un processo delicato e che va svolto con una certa attenzione. E' però un processo necessario, perché sebbene abbiamo preso tanto dai nostri Jobs considerare lo status quo attuale eterno è ovviamente una follia. E' molto più sano convincersi che non si riesce più ad andare avanti e quindi è necessario far accorrere sangue fresco.
Infine, una volta che l'Evento Incredibile sarà avvenuto, può essere che, finalmente mondi di ogni peccato, ci si avvii verso stimolanti avventure di tipo ben diverso. C'è una cosa ferma ai box da molto tempo, una di quelle robe strane che a dirle a voce alta sembran stupidate. Potrebbe essere la volta buona che ci impegnamo sul serio per darle vita.
Bene, mi concederete che l'editoriale delle ferie, anche quando è scritto con maggior nerbo di oggi, comunque si conserva leggero e senza troppe pretese. Per darvelo così ho persino fatto slittare un receditoriale anime che ci vedrà protagonisti settimana prossima. Per ora perciò, ho invece intenzione semplicemente di salutarvi e augurarvi di conservare la vostra abbronzatura il più a lungo possibile.

“How can we dance when our earth is turning / How do we sleep while our beds are burning / How can we dance when our earth is turning / How do we sleep while our beds are burning”

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0