Strip
504
05 . 02 . 2011

Il futuro

Potremmo avere un problema. Forse nominare Amministratore di Sistema un angioletto alcolizzato che ha avuto una particina in un vecchio gioco dimenticato da tutti, non è stata una mossa smart. Eppure anche un server pirata di World of Warcraft ha bisogno di manutenzione, e se il server si trova su una spiaggia tropicale per motivi legali, bisogna accontentarsi del personale che c'è a disposizione.
E questa è tutta la trama di questo filone di FTR Jobs, che abbiamo iniziato ormai tanto tanto tempo fa. Ma stavolta il problema tecnico che Bob si trova ad affrontare va al di là delle sue forze (che, dopotutto, sono nulle)... e potrebbe prendere il via una catena di eventi che cambieranno per sempre questa serie. Potrebbe, eh!

Questa settimana sono venuto a conoscenza di fatti straordinari, che ovviamente non importano un accidente a nessuno nel Mondo, ma forse potrebbero avere qualche valore per voi poveri ossessionati che ci leggete.
Richard Garriott è andato nello spazio. E questo si sapeva, ma il fatto che mi ha colpito è che è anche tornato indietro. Come ci insegnano decenni di fantascienza, tutti quelli che sono stati nello spazio sviluppano strani e terrificanti superpoteri, e anche Richard Garriott non fa eccezione. Da quando è tornato non fa che ripetere di voler cambiare il mondo.
Ora, non occorre precisare chi è Richard Garriott. Cymon che scrive qui di fianco ha un poster di Richard Garriott, nudo, appeso sopra il letto... o comunque vorrebbe averlo.
Richard Garriott è uno che quando voi non eravate ancora nati era conosciuto su internet col nome di Lord British. E il bello è che internet non c'era ancora! Ad ogni modo, suo papà faceva l'astronauta, e voleva farlo anche lui, però non ci vedeva abbastanza bene, e allora si è messo a programmare videogiochi di ruolo in garage. Se questo non fosse ancora abbastanza per capire che tipo di uomo è Richard Garriott, basta ricordare che con quei videogiochi ha guadagnato decine di milioni di soldini, con cui si è pagato praticamente un paio di occhi nuovi e perfetti, e poi ha passato anni di addestramento massacrante per diventare astronauta. Poi con il resto del suo patrimonio si è comprato un viaggio sulla Stazione Spaziale Internazionale, e così ha realizzato il suo sogno.
Per cui, quando uno come Richard Garriott afferma di voler cambiare il mondo, è difficile ridergli subito in faccia. Certo sarebbe carino fare un giro nello spazio, prima che noi di questa generazione diventiamo troppo vecchi, e secondo lui potremmo fare in tempo.

Un altro evento straordinario, che sicuramente cambierà le nostre vite, è il nuovo record mondiale di Golden Axe realizzato da un italiano. Il nostro connazionale LastNinja2 (!) ha realizzato qualche tempo fa la Partita Perfetta, a lungo teorizzata ma mai ottenuta prima, a questo storico gioco da bar. Tutti noi ricordiamo Golden Axe dalla nostra infanzia, in una forma o nell'altra, e questa eroica impresa ci riempie di gioia.

Lo-Rez: arte, storia, web design
05 . 03 . 2011

A me un camino!

Nonostante siamo ormai entrati in marzo siamo ancora stretti in una morsa notevole di gelo. Ok che le macchine amano il freddo (e non smetterò mai di ripeterlo) però non sono sicuro di amarlo poi così tanto io... sarà la stanchezza, il momento, lo spirito del tempo. Nonostante sia un nerd e possa dipingermi solo davanti al mio PC, con lo schermo accesso, il naso incollato a una qualche pagina web, oggi vorrei ispirarvi immagini di piumoni, camini e tazzone di té. Ma potrei salvare il zona cesarini la mia anima geek specificando del té earl grey, magari tirato giù da un replicatore.
Prendete nota del manuale del sysadmin di Bob. Perché in fondo è piuttosto vero. E si, lo so che in quasi tutti i casi rileva che butta male, ma la verità è che in quasi tutti i casi butta male sul serio, altrimenti i sys admin non esisterebbero. Pensare che un server non abbia problemi è come credere che una macchina possa completare il proprio ciclo senza generare entropia. Se aveste una macchina così avreste il moto perpetuo. Se aveste un software capace di funzionare senza manutenzione avreste un sistema informatico solido. Entrambe le cose sono negate dalla scienza (ed è dimostrabile).
L'altro giorno stavo sulla nostra pagina di Facebook. Sapete, ogni tanto passa persino qualcuno a salutare. Bhe, ovviamente un po' meno gente di quella che sbava sulla pagina di Felicia Day, ma qualcuno c'è. E' curioso come alla fine questo mezzo che istituzionalmente dobbiamo disprezzare in qualche modo risolva uno dei problemi che comunque sono tra quelli che soffriamo di più. Facebook infatti permette di avere un dialogo con le persone con molta meno paura dei troll di quanto sia possibile in molti altri contesti che, di contro, sono più adatti a noi nerd. Facebook ha il Vero Nome, che è un'arma potente temuta dai nerd di tutto il pianeta, ma soprattutto col sistema dei piaceggiamenti e in generale col fatto di mettere in gioco il proprio profilo a ogni intervento, fa sì che comunque la gente senta (virtualmente) una maggior responsabilità di ciò che dice. Il forum è un luogo che già mitiga la presenza di disturbatori, ma è piuttosto laborioso e sicuramente poco adatto all'utenza ristretta e elitaria che ci caratterizza. Facebook invece, frivolo e compulsivo, permette nuove opportunità di comunicazione.
E così, con un discorso tutto sommato serio, ho citato nuovamente la nostra pagina di Facebook (oh no!) e fatto un altro po' di promozione. Vi inviatiamo non solo a piaceggiarci (quello era ovvio), ma anche di usarla per instaurare un dialogo con noi. Ci interessa molto quello che pensate di noi, dopotutto. Certo, lo ignoreremo quando si tratterà di prendere decisioni per il futuro, ma così, per curiosità, per statistica, ci piace sentirlo.
Settimana scorsa vi ho rifilato uno dei miei soliti editoriali lirici da chi mi credo di essere, parlandovi del mame e di Street Fighter Alfa 3. Sono arrivato allo scontro finale con Bison, anche se sono stato sconfitto (lo scontro, oltretutto, non permette continue), ma tanto la tecnica mia va ancora terribilmente migliorata. Quello che volevo confessarvi, però, è che esiste un altro gioco che gira sul mame e che mi sta ossessionando molto di più, cioé Galpanic 3. Abbiamo scollinato un po' tutti la nostra pubertà con Galpanic... io personalmente lo adoro perché è un gioco stupido, semplice con il tris, ma comunque divertente. E poi ha quell'aura assurdo-pop che possono avere solo i videogiochi, con cattivi che sono teste di faraone fluttuante o ragni giganti, senza niente che spieghi cosa accade, senza che se ne senta il bisogno. Credo ci sia un motivo per cui è rimasto così impiantato nella storia dei cabinati da bar, a suo modo aveva una personalità non trascurabile.
E poi, ok, è farcito di asian hot seminude.
Bene, nel lasciarvi mi sono riservato giusto un bel video nerdico da propinarvi. Poche righe sopra linkavo Felicia Day, il video intanto ha tra i suoi interpreti Tinkerballa. Il che, a pensarci, si riallaccia anche alle hot asian! Bhe, in ogni caso mettete questa compilation nella compilation nerd di tutti i tempi. Dai, sapete, quella con Boten Anna in copertina.
E ora lasciatemi andare riscaldare, va.

“M'hann mandaaa a fàss cupà per tacàmm là una medàja / el mè neuu el gira in Poorsc e l'ha gnanca faa la naja...”

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0