Strip
391
20 . 12 . 2008

Private party

Come promesso la volta scorsa, anche oggi la serie Jobs è monopolizzata da Clara nella sua veste di PR. Certo questa strip presenta dei riferimenti alla Vita Reale che non faranno ridere taluni... ma noi siamo meschini, almeno ora abbiamo una scusa per non farvi ridere.

La settimana videoludica è stata nettamente dominata da Final Fantasy XIII. Magari anche no, se ad esempio siete quella specie di videogiocatori PC che vivono solo di sparatutto, ma chissenefrega di voi.
Dunque si parlava di Final Fantasy: dopo averci crudelmente illuso per due anni, i nostri padroni di Square Enix hanno finalmente rilasciato dalle loro grinfie qualche briciola di filmato e di screenshot sui prossimi titoli della serie. Non si tratta di roba nuova, badate bene, però finora questo materiale multimediale era stato gelosamente custodito soltanto nei cuori di pochi giornalisti di settore, ammessi nei vari Closed Mega Theater, Private Party o che dir si voglia, ai Tokyo Game Show e altre fiere.
Ora invece tutta questa grazia è stata sparsa sul popolo comune... dunque prendete, fratelli, arraffate a piene mani e gustate il nettare degli dei!
I filmati sono semplicemente spezzoni attaccati a casaccio dei vari trailer mostrati finora, però fanno pur sempre la loro figura. Ciò che mi riempie di letizia, invece, sono le illustrazioni e i bozzetti di Final Fantasy XIII. Questo sito e quest'altro ne hanno delle buone scansioni, in particolare credo che la nuova interpretazione dell'Ifrit sia la migliore nella storia ventennale della serie.
Incredibilmente, fanno capolino anche screenshot del sistema di combattimento, sebbene il funzionamento del gameplay sia tuttora un Segreto Di Stato della grande nazione nipponica.
Tutto questo mare di delizie ci viene offerto in dono per queste feste da qualche generoso muso giallo, che dopo essere andato in edicola a prendersi una copia di CLOUD Message e di Re:Riplài (!) ha messo in rete le scansioni delle pagine e i rip del DVD allegato.
Credo che valga la pena di spendere due parole su “CLOUD Message” e “Re:Riplài”: a quanto pare infatti Square Enix ha un pubblico di fanatici talmente malati che può permettersi di vendere la pubblicità dei suoi giochi, perlomeno in Giapponia. Queste due pubblicazioni infatti sono raccolte del materiale promozionale che è stato dato ai giornalisti in questi mesi, e che fino ad ora era coperto da segreto.

La notizia è fresca, il materiale è trapelato goccia a goccia durante tutta la settimana, e devo ancora meditare su ciò che hanno visto i miei occhi. È tutto molto Guerre Stellari, ma con una vena artistica che mi ricorda i paesaggi futuristici astratti delle vecchie copertine di fantascienza, o dei manifesti sulla conquista dello spazio negli anni '60.
I chara-design di Tetsuya Nomura ancora non si possono giudicare, la protagonista è fatta decisamente bene, sugli altri sono incerto. In definitiva abbiamo una manciata di illustrazioni inedite: non è molto, ma bisogna farselo bastare in questi periodi di crisi. Quel che importa è che, ancora una volta, la ciclopica macchina mediatica di FF si è messa in moto, con la lentezza di un colosso antico come il mondo. È solo l'inizio.

Lo-Rez: arte, storia, web design
20 . 12 . 2008

Riconoscersi a istinto

VI abbiamo parlato già in passato di TYN e del suo mondo di criceti deliranti, se non altro in occasione della strip in cui ospite da noi. Ai tempi dicemmo che TYN ci piaceva, ma dovemmo arzigogolare un po' per dimostrarvi che era vicina a noi, dopotutto una vicenda coccolosa come quella di un gruppo di criceti d'appartamento mal si sposa con noi, duri e puri nerd, soprattutto perché i criceti, come i gatti e le altre creature pelose che girano per casa, sono pericolosissimi nel caso si decida di tenere il case aperto. In verità l'istinto del coniglio, quella caratteristica che sta alla base della nostra opera fumettara web, ci stava ben guidando su una persona che ci era particolarmente affine. La dimostrazione il fatto che la nostra cara, nel suo blog più imboscato, sta pubblicando il ridoppiaggio di Angelique, una specie di protosimulatore di appuntamenti per Supernes, ovvero un gioco vecchio come il cucco con gli omini cicciosi tipo JRPG. Immagino capirete la mia emozione nell'imbattermi in un'opera così nerd, realizzata da un'italiana (femminuccia persino!) in lingua italiana. Non posso pensare cosa potrà fare Lo-Rez di frotne a tanto retrogamoso splendore.
Una delle cose, infatti, che ho sempre ritenuto particolarmente dannose per FTR è il fatto che sfortunatamente, nel nostro belpaese, o esiste veramente un'esigua quantità di geekitudine oppure questa esigua quantità non vede motivo o occasione di esprimersi. Quando vi fu la grande onda dei webcomic, non molto tempo fa, e e strip online iniziarono a spuntare come popup porno in un sito di warez, anche a fronte di una tale, fertile attività pochissimi furono quelli che decisero di proporre qualcosa vicino ai nostri temi, che pure sono portanti di un vasto e fortunato filone del media oltreoceano. Sicuramente la genesi del fumetto online americano è profondamente diversa dalla genesi del fumetto online nostrano, ma anche accettando questo mi sono veramente stupito di quanti pochi videogiocatori o altri esponenti di similfandom abbiano impugnato la matita e si siano messi in gioco in un sito internet. A fronte di una situazione del genere, l'opera di TYN, così assurdamente, gioiosamente vetusta, così particolarmente e singolarmente oscura nei riferimenti è decisamente un raggio di luce.
ene, in questi momenti di festa e gioia ho deciso di tornare con questo giocoso editoriale su un argomento che già altre volte ci ha visto cimentarci ovvero il coniglio in quanto coniglio in quanto bestia, il coso peloso con le lunghe orecchie e il musino sempre in movimento. Lo sapeva che un coniglio ha assalito un presidente degli Stati Uniti? Ho appreso la vicenda da xkcd e ho pensato bene di riportarvela, perché è una di quelle che colpiscono l'immaginazione: un coniglio di palude che nuota feroce (?) all'assalto del presidente pescatore, dimentico dei rischi che questo comporta e anche dei più elementari istinti della sua razza. Non credo di dire niente di clamoroso se ipotizzo che questa creatura tanto feroce non fosse altro che un antenato dei nostri temibili Koniglietti Kommando. KK che, oltretutto, devo ingegnarmi a infilare da qualche parte, considerando che la serie a cui facevano riferimento ha ormai chiuso, ma non ho intenzione di lasciarvi senza qualcuna delle loro avventure (un po' come è successo per i paguri). Vedrò cosa verrà fuori dalla mia testa buffa, anche se in verità di questi tempi c'è altro a cui pensare.

“Da Kinokuniya comprai le mie solite verdure specialmente addestrate. Forse Kinokuniya possedeva un campo di addestramento per vedure nelle montagne di Nagano. Un grande campo, circondato da filo spinato, come nel film La grande fuga, con torri di guardia e militari col mitra spianato. E lì dentro sottoponevano lattughe e sedani a esercitazioni al di là di ogni immaginazione, assolutamente contrarie alla natura delle verdure.”

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0