Strip
323
25 . 08 . 2007

Premio di consolazione

Eventi al di là del mio controllo mi impongono di scrivere questa colonna parecchi giorni prima della data con cui appare pubblicata: è una di quelle situazioni piuttosto rare in cui le vite di noialtri Autori non sono sincronizzate con FTR... più passano gli anni, più mi pare che questo fumetto assuma una vita propria, con le sue esigenze e i suoi tempi, e ormai è abbastanza maturo da potersi prendere qualche libertà, senza bisogno che io o Cymon lo accompagnamo per mano.
Basti dire che quando uscirà questo aggiornamento io sarò probabilmente in una delle regioni più piovose del pianeta, volontariamente deprivato di qualunque connessione alle Reti Telematiche. In questa situazione sono impossibilitato a commentare le notizie più calde, le uscite dell'ultimo minuto, come ad esempio Bioshock. Però almeno ho fatto in tempo ad apprezzare l'artbook di 67 pagine liberamente (e legalmente!) scaricabile dal sito ufficiale del gioco. Giustamente, quando esce un gioco occidentale, per giunta per PC, con una direzione artistica decente bisogna propagandarlo a gran voce, come uno dei pregi maggiori del gioco stesso. Questa ricercatezza e questa magnificenza visive sono la norma per qualsiasi produzione orientale, ma si tratta di un enorme passo in avanti rispetto allo squallore che regna sulla scena PC.
Una bella iniziativa, che mi spinge a simpatizzare ancora di più per quello che, di fatto, è uno dei due o tre Titoli Dell'Anno per PC. Fingete per un attimo che la versione per Xbox 360 non esista (e anzi non sia uscita prima), fedeli seguaci della piattaforma PC, e anche voi potrete compiacervi, una volta tanto.

Non c'è consolazione neppure nel baluardo per eccellenza dei PC-isti duri: Id Software. I tizi che hanno reinventato il gioco su computer infatti si sono gettati tra le braccia delle console, realizzando la loro nuova piattaforma tecnologica (quello che una volta si chiamava “motore grafico”, beata innocenza!) simultaneamente per Xbox 360, PS3, PC e Mac.
Il punto di forza dell'Id-Tech 5 è proprio la strategia multipiattaforma, ma lasciamo da parte questi discorsi da Professionisti Del Settore: chi è interessato è anche abbastanza smaliziato da andarsi a leggere da solo gli innumerevoli articoli sull'argomento, senza che io debba far soffrire inutilmente i lettori tornati freschi freschi dalle vacanze. Stesso discorso per l'aspetto tecnologico: il concetto di MegaTexture (dimostrato in diretta da John Carmack) è un'orgia intellettuale per qualsiasi appassionato di informatica, è lo scenario del Futuro che si fa realtà dinanzi ai nostri occhi increduli... ma lasciamo stare. Piuttosto vorrei spendere una parola di lode per Rage, che è appunto il gioco usato per dimostrare la nuova tecnologia. Ho sempre avuto fiducia in Id Software, anche quando tutti la ridicolizzavano per i suoi giochi poco innovativi, e ho fiducia anche in questo Rage, perchè l'idea di un ibrido guida/FPS è allettante. L'ambientazione sembra molto curata, e anche se l'idea di un deserto post-apocalittico non è nuova c'è comunque spazio per produrre qualcosa di molto grazioso.

Venendo a noi, inizia oggi il Ventaglio 4 della nostra serie Kunoichi Clara. Contrariamente al resto della nostra produzione, le storie della graziosa kunoichi in tutina giallo-BruceLee hanno il fastidioso vizio della Continuity: vale a dire che per apprezzarle dovete fare lo sforzo di documentarvi su tutti gli episodi precedenti, e non è sufficiente capitare qui a casaccio, quando vi pare e piace.
Per il Lettore Fedele invece aggiungo che questa quarta stagione della serie vedrà la prima avventura vera di Clara, ora che la fase “Genesi della Supereroina” è completa. E, in ossequio alla tradizione, sarà introdotto un nuovo Super-Antagonista.

“I went to Origin and id first and said, 'Look, we don't know what the hell we're doing, we want to make Windows run games, and we need your support. If you trust us with the source to your most popular games, we'll port them to Windows and hand them back to you. If you think the game runs well, you can publish it and keep all the money.' Carmack gave us Doom, the very first Direct X game.”

Lo-Rez: arte, storia, web design
25 . 08 . 2007

Imballare il motore

Mentre piano piano il mondo intero torna alla sua quotidianità lavorativa, anche FTR riparte, stavolta fortissimo, sbattendo in prima pagina nientemeno che Kunoichi Clara, nella sua quarta avventura, quella che, in un certo senso, chiuderà quantomeno l'affaire dell'assassinio di Lara Croft, lasciando naturalmente aperte milioni di altre cose.
Da questo ventaglio potete aspettarvi un mucchio di personaggi, cose, scenari e immagini, no, nessuna scena di nudo, ma sotto sotto so che non siete qui solo per quelle.
L'editoriale di ritorno dalle vacanze, secondo la mia dottrina, deve essere vuoto di forme e contenuti, anche perchè, nel programma genetico che gestisce la mia persona, le ferie servono anche a disintossicarmi dal mondo dei videogiochi e da tutti quei media che solitamente riempiono queste pagine. In verità, nemmeno in quel di Spagna non ho potuto fare a meno di notare la martellante e pervasiva pubblicità del Wii, come non ho potuto mancare di annotare tutti i NDS e PSP che vedevo in giro, nelle mani di pacioccosi e paffuti bimbetti. Nonostante quindi le patologie più occulte giungo vergine all'inizio della nuova stagione che come al solito ci porterà emozionanti colpi di scena (si, come no), elettrizzanti eventi (eh, si, proprio), spettacolari avvenimenti (ah guarda, chissà...) e qualche videogioco (quelli, si, me l'ha detto mio cugino e poi è nel contratto...).
Se non avessi paura di perdere la smisurata stima che so nutrite nei miei confronti potrei addirittura annotare qua che mi sono... ehm... come dire... perso il fatto che in questo giorni si svolge il GC 2007. Giuro, apro oggi la pagina di M.it, dopo una settimana passata a dormire e vegetare più o meno, vedo il mosaichino da fiera ed esclamo "Ohibò". Queste cose possono essere un duro colpo per la propria professionalità (se la si possiede), ma che ti dimostrano anche che hai staccato la spina nel modo più efficace possibile.
Slittiamo su argomenti un po' più frivoli. Naturalmente l'estate non ha fermato FTR, ma anche buona parte della produzione webcomic italica in generale. Adesso, però, come noi, tutti stanno riprendendo a salpare per la nuova stagione e volevo segnalare in particolare Zorflick's Return. Ora, Zorflick andrebbe segnalato a prescindere, ma non è che qui a FTR siamo na succursale de delicious (con tutti i puntini), quindi il link lo piazziamo solo oggi perchè sembra che il buon Lui abbia iniziato una delirante serie rimescolando anime e manga di tutti i tipi, ma, soprattutto, le sue recenti esperienze di Final Fantasy. Voi sapete che da queste parti siamo piuttosto ipersensibili quando si parla di FF e consociate per cui è doveroso mettere un occhio di riguardo su questo progetto e poi non potremmo mai tirarci indietro di fronte a qualcosa che sia di medium geek level. Bene, la curva della lunghezza degli editoriali è in caduta libera da lungo tempo, non crediate che non lo sappia (e non crediate che non la guardi), ma non credo proprio che oggi sia il giorno in cui riprendere con le attività scriptorie intense. Magari settimana prossima sbrodolo su KC, così, giusto per tenermi bello rilassato, e già quello potrebbe risultarvi un notevole pugno nello stomaco di caratteri, ma al momento continuiamo a tenerci leggerini. Doveroso segnalare che questa domenica ricomincia anche la nostra rubrica su Multiplayer.it, trattando argomenti non proprio leggerini. Gli ultimi argomenti hanno portato un pezzettino di Console War a seguire le nostre vicende e la cosa, in fondo, ci dà pure un morboso piacere.
Saluti belli, ricordate! Difendete la vostra abbronzatura! Non lavatevi!

“M'è tucaa imparà che la roeda la gira / che ogni tant se stravacca el buceer de la bìra / tra furtoena e scarogna gh'è una corda che tira / quaand che el diàvul el pìca el ciàpa la mira...”

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0