Strip
32
15 . 12 . 2001

Il tempo dei proiettili

Sì, una strip su Max Payne. Lo so che in questo business arrivare in ritardo di due settimane è un crimine, figuriamoci qualche mese... sorry, ma qui a FTR si fa quel che si può per tenersi aggiornati sull'hardware e sul software... non siamo mica quei fortunati recensori che si vedono regalare 512Mb di RAM dalle softwarehouse.
MP è senz'altro uno dei candidati a Gioco Dell'Anno, o se non altro FPS dell'Anno (sempre che RtCW non gli soffi il primato). In più di un momento mi ha ricordato Half-life (sarà una bestemmia?), negli scontri a fuoco con i soldati e nella selezione delle armi (quanti ricordi!). Il tono noir e' reso perfettamente, ed il romanzo illustrato meriterebbe davvero di essere pubblicato. Le sorprese non mancano, come la scena memorabile in cui il protagonista scopre la Verita', quella reale sul serio. Una cosa del genere si era vista soltanto in Metal Gear Solid, mi pare, anche se la' era molto meno esplicita.

Nel caso aveste ancora qualche dubbio, cose come Neo e lo slogan Follow the Rabbit non sono casuali coincidenze. Matrix ha esercitato su di noi una forte influenza (quasi una polmonite), ma è nulla al confronto del lavaggio del cervello subito dai ragazzi di Remedy. I nostri amici lapponi, che a quanto pare nella lunga notte artica ingannano il tempo programmando giochi fantastici, sono rimasti talmente suggestionati da Matrix che Max Payne si può definire tranquillamente un tie-in non ufficiale del film. Tutte le scene principali del film sono state ricreate in qualche punto del gioco, per non parlare dell'intero concetto di "tizio in soprabito strafigo che danza con i proiettili in slow-motion". Se pero' il gioco non vi basta, e volete rivivere le gesta di Neo, c'e' anche un mod che riproduce alla perfezione la storica sparatoria nell'atrio.

Per la sezione Curiosità-Dal-Mondo
Com'è premuroso il governo olandese: per timore che i suoi cittadini taglino i cavi della PSOne per succhiare il prelibato cadmio che scorre in essi, hanno bloccato alla dogana oltre un milione delle bianche console Sony. I consumatori ora possono stare tranquilli!
Vostro Figlio Utilizza Quake? è l'inquietante interrogativo che si pone lo scrupoloso e informato magazine Adequacy. Secondo gli esperti infatti, la realtà virtuale online nota come Quake e' nientemeno che un luogo di depravazione in cui i giovani virgulti della societa' si addestrano all'uso di armi da fuoco e imparano tecniche di sabotaggio informatiche. E noi che pensavamo fosse... un videogioco! Roba da non credere.
Nintendo ha idee piuttosto strane riguardo al marketing, e lo ha fatto capire più di una volta. E' tanto gelosa delle sue console che proibisce alle terze parti di fare giochi per lei, inizia a pubblicizzare la sua nuova console meno di una settimana prima del lancio... e come se non bastasse ora non ha trovato nulla di meglio, per promuovere Pikmin (che, per inciso, è genio allo stato puro), che dare a un fiore il suo nome. Un fiore. Ma, dico, un fiore! C'e' qualche videogiocatore al mondo che ha una chiara idea di cosa sia un fiore? Accidenti, avevo anche dimenticato che esistono, i fiori, per quello che mi può importare dei fiori. Il comunicato stampa annuncia orgoglioso "Naming a flower after a video game is just one more way Nintendo is seeding creative marketing.": i casi sono due, o sono idiota io o i tizi del marketing alla Nintendo se li sono fumati, i fiori.

E' il tempo degli uomini di spada nella pagina dell'arte: abbiamo Gatsu dal noto fumetto Berserk, e Heishiro Mitsurugi, il samurai borioso e tracotante di Soul Calibur. Tutto in Technicolor™!

PS: A grande richiesta ritornano gli occhiali scuri di Neo! Woah!
PS(2): Il primo che mi dice che TheRabbit in questa nuova iterazione assomiglia a un Pokèmon, lo stendo con una raffica di Ingram piroettando all'indietro in bullet-time. (La verità è che me ne rendo conto, e la cosa mi preoccupa non poco.)

Lo-Rez: arte, storia, web design
15 . 12 . 2001

E' arrivata la bufera

E voi dite subito: "macheccefregannoisehaitenutobruttotempo chesiamoquiperparlardivideogiochi!" Lo so, lo so, son fatterelli assolutamente contingenti questi, che non vi toccano, senza contare che magari fate parte di quella folta (ma che dico folta, foltissima!) schiera che vive addirittura in un altro fuso orario rispetto a me e nemmeno ha idea di cosa sia il clima in questo paese.
Sta di fatto comunque che la bufera è giunta e ha portato vento, neve e freddo. La mia conigliesca tana milanese ha retto, abbiamo dovuto usare i cingolati a nostra disposizione per spalare la neve, ma non è stato complesso, il grosso l'abbiamo prima sciolta coi Tesla. Già mi immagino la bolletta della luce.
Adesso fa freddo, ma freddofreddofreddofreddo, dobbiamo ancora giocare un Milan-Lazio per cui ero già psicologicamente preparato e ci sono in giro lastroni di ghiaccio in agguato come vietcong. Tse, e poi ditemi che non sono cose che devo dire in giro, come se noi si vivesse sempre nel cyberspazio, dove al massimo ti becchi qualche virus (a proposito, di questi tempi ne girano di bellissimi, occhio). Adesso poi non mi sovviene se il coniglio come animale vada in letargo, so solo che quello redazionale si è presentato alla porta, l'ha abbattuta di suppliche e si è piazzato sul divano a guardare il calcio estero. Dopo trentadue ore di calcio estero è ancora lì, ma gli sono venute due orecchie paraboliche d'antologia e ho un paio di idee su dove infilargli la scheda taroccata per vedere Stream. Per il momento non ci rompiamo reciprocamente le scatole, ma se mercoledì non mi fa vedere Star Trek è la volta buona che lo metto in tavola per Natale.
Tralasciando comunque i soliti conflitti col bestio dobbiamo annunciare che finalmente è uscito anche in Italia Tomb Raider. Giacchè il sito è avanti al pianeta sapete già un po' cosa ne penso, sta di fatto che il mio sogno segreto rimane Lara contro Indy, ogni volta che ci penso capisco che per un film del genere pagherei pure prezzo doppio al cinema, triplo se la pupattola EIDOS fosse spogliata nuda et frustata per gran parte del film. Possibile che il caro Ford con barba mal fatta possa essere sostituito da un paio di tette con la pistola? Sono questi i frutti dell'emancipazione sessuale? Bha, sarò al solito preda di un riflusso nostalgico. (comunicazione di servizio, il film con Lara spogliata et frustata esiste già, non lo interpreta la Jolie, ma un'attrice che non ho potuto riconoscere in quanto poco inquadrata in viso. Anche il titolo non riporta il marchio Tomb Raider: "la signorina Scopelli e i suoi vicini di casa porcelli". Fortuna che ve lo segnalo io se no ve lo sareste persi! Recensione? Dialoghi nichilisti con un tocco di neorealismo, trama debole, ma mai banale, appassionanti scene d'azione. Molto simile a quello di West, insomma).
Ma passiamo un attimo al fumetto odierno, un ritorno al Neo originale, una spruzzata di Max Payne, consueta paradossitudine FTR. Non è che sto a fà la collezione autunno-inverno de RoccoBarocco, sta di fatto che tutto ciò è opera esclusiva di Lo-Rez ed è giusto che se ne prenda la responsabilità (lo so che non potevo non sapere, ma in caso di processo vorrei almeno prendermi cinque anni meno di lui...).
Incredibile dictu, il gelo intenso ha afflosciato la mia consueta graforrea. Se tralasciamo le mani ghiacciate come di consueto bisogna dire che pure l'animo non sembra disposto a vergar parole. Senza contare che noto come, ultimamente, sia riuscito solo a tirare fuori column giornalistiche quasi prive di idiozie e il rimorso mi stia rodendo. Tanto meglio per una volta tenerci leggeri e aspettare momenti più intensi.
Tanti saluti, ricordatevi di fare l'albero.

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0