Strip
314
16 . 06 . 2007

Pubbliche Relazioni

Quando abbiamo concluso la miniserie “Anche I Paguri Piangono Anche Se Sott'Acqua Non Si Vede”, la nostra Clara Croft si è trovata improvvisamente disoccupata. E poichè non pare bello lasciar disoccupato un personaggio in una serie che si chiama Jobs, si è immediatamente aperto l'annoso dilemma: cosa le facciamo fare, alla nostra adorabile Claretta, che affronta il mondo armata soltanto di un titolo di studio imprecisato e di un'esperienza come attrice di soap-opera di stile latino?
Tutto considerato, probabilmente le basterebbe rispondere a una qualunque offerta di lavoro del tipo che richiede una foto, oltre al CV. Certo sarebbe stata una strada facile da intraprendere, ma poi una cosa tira l'altra e chissà in quali abissi di squallore e perversione sarebbe caduto (conoscendolo) lo sceneggiatore di FTR, ovvero il tizio della colonna qui accanto. No, abbiamo una rigida disciplina da mantenere: FTR si occupa di videogiochi.
Dopo un certo periodo di riflessione, ecco che oggi siamo pronti finalmente a presentare la nuova occupazione di Clara, frutto di una coincidenza che potrebbe quasi farci inneggiare allo Zeitgeist... lo Spirito Dei Tempi che tutto pervade. Ecco come sono andate le cose: Cymon si sveglia un bel giorno ed esclama “Io ti vedrei bene come PR, carissima Clara!” (dovete sapere che siamo soliti conversare con personaggi immaginari)... e dopo poche settimane, quando già sono pronte diverse sceneggiature, ecco che dal palco dell'Ubidays 2007 arriva un'apparizione angelica: Jade Raymond, la produttrice di Assassin's Creed che è subito diventata una star delle interviste videoludiche.
Indubbiamente Jade Raymond sarà una discreta fonte di ispirazione per la nuova carriera di Clara. Anche la nostra Clara infatti, come Jade, rischia di farsi notare per meriti non strettamente professionali, e chissà che futuri sviluppi non portino ad incrociare i destini delle due fanciulle in questa nostra miniserie.

Non riesco a trattenere oltre il giubilo che questa settimana mi ha unito a migliaia di altri fan dell'emulazione, al fatidico annuncio: è stato finalmente decrittato il codice che proteggeva le schede CPS3 di Capcom. L'hardware CPS3 ha ospitato l'ultima gloriosa generazione di giochi da bar 2D, da Street Fighter 3 ai meno famosi Jojo e Warzard, titoli che si distinguono ovviamente per un'arte 2D ai massimi livelli e una fluidità eccezionale nelle animazioni. In particolare Warzard è un piccolo classico dimenticato, che rischiava di andare perduto per sempre quando gli ultimi cabinati da bar che lo ospitavano si fossero rotti... e invece ora potrà vivere per sempre nei nostri cuori e nei nostri PC.
Al fanatico di crittografia che sta leggendo queste righe (so che ci sei, ti tengo d'occhio) raccomando la lettura dei dettagli tecnici (nella spiegazione originale in spagnolo del tizio che è riuscito nell'impresa).
L'altra perla della settimana è il filmato di Soul Calibur 4, il nuovo episodio del picchiaduro 3D migliore di sempre. Ancora non si conoscono i dettagli del gioco, ma i fan possono stare tranquilli: Ivy si riconferma una delle donnacce più scostumate dell'intero panorama videoludico (non hentai), e ritorna con un costumino che mi fa quasi vergognare per lei.

“jojo: 0x02203ee3 0x01301972
jojoba: 0x23323ee3 0x03021972
sfiii: 0xb5fe053e 0xfc03925a
sfiii2: 0x00000000 0x00000000
sfiii3: 0xa55432b4 0x0c129981
warzard: 0x9e300ab1 0xa175b82c”

Lo-Rez: arte, storia, web design
16 . 06 . 2007

Duepuntozero

La febbre per Fran Hentai stenta a passare, ormai non si può più parlare semplicemente di una chiave di ricerca di google, ma praticamente di un sito a sé che galleggia al di sotto di ogni query alla grande G e guida le nostre vite su percorsi oscuri (come ad esempio fino a questo sito). In verità, ho notato, www.franhentai non è registrato in nessuno dei domini più comuni e credo che questo rappresenti un'occassione ghiotta per chiunque abbia intenzione di aprire un sito, che sia un negozio di scalmi o una gelateria. Comunque sia, questo innocente diletto passi, avere una passione sfrenata per una tettuta coniglia dalla pelle scura è perfettamente accettabile, quello che mi sembra più assurdo, però, è che appena si cita un'altra signorina (Lo-Rez ha sbavat... ehm detto abbondantemente qui di lei) questa balzi subito al secondo posto tra le ricerche. Almeno un po' di contegno! Almeno un po' di dignità! Non si riesce, in questo sito, a far annusare un pochino, ma dico un pochino si scent of woman (e dico scent of woman perchè sono un signore) che tutti gli si attaccano come morti di fame. E' una situazione piuttosto imbarazzante, a mio parere, a questo punto mi chiedo cosa accadrebbe se si dovesse dire Jade Raymond Hentai! Floddereste il sito?
Ops...
Basta parlare di analisi di traffico, sono cose pallose e piene di grafici buone per le riunioni di marketing, abbiamo argomenti più affascinanti da affrontare, come le evoluzioni di questo sito e le tecnologie informatiche!
Come l'avete preso il nuovo mestiere della nostra Clara? Mollati i paguri, la principessa ritorna sul pezzo e anche lei trova un lavoro che sia in armonia con l'universo coniglio.
Più ci penso più credo che la PR sia il personaggio che più mancava a questo webcomic. Certo, fuori campo, soprattutto su M.it, ne abbiamo incontrati molti, ma di questo ruolo tanto importante e tragicomico del mondo dei videogiochi non si dice mai abbastanza per cui è ora che uno di loro diventi protagonista sul nostro palcoscenico. Spero che si sia aperto un filone ricchissimo di idee e stuazioni e spero che si riesca a far trasparire quello che pensiamo dei PR... bhe, magari non tutto tutto, perchè se è vero che fino ad oggi abbia evitato ogni denuncia potenziale, non so quanto ci convenga tentare eccessivamente sulla fortuna.
Sembra incredibile, ma anch'io alla fine mi sono fatto coinvolgere da una di quelle maledette uebbapp2.0 che tanto esaltano le ragazzine in internet. A sedurmi è stato il mondo dei libri, per cui provo un patologico feticismo, un pochino con la complicità del Simbul. Com'è, come non è, cos'è, cosa non è, mi sono fatto la mia libreria su Anobii così adesso voi tutti potete vedere come ciufolo si è formata la mia deviata cultura. Non l'ho fatto per uno di quei tanto altisonanti obiettivi della civiltà cibernetica moderna di condividere la conoscenza, semplicemente vagare per Anobii significa scartabellare quello che ho letto in passato, pianificare quello che leggerò in futuro, recuperare quello che non ho mai letto e conosciuto. Se vogliamo mi dà la sensazione che mi dà passeggiare in una libreria, ambiente in cui posso rimanere rinchiuso anche ORE, ovviamente con i dovuti limiti, ma anche con una notevole comodità. Insomma, ci sono cose per cui subisco un fascino incondizionato che è al di là dei media e dei canali attraverso cui possono arrivarmi, per questo motivo in meno di una settimana ho già inserito più di 130 volumi e mi sa tanto che punterò in un modo o nell'altro ai 200, anche se sto seguendo un pattern rigorosamente caotico.
Intanto, sul fronte informatico, per piacere personale e non solo, sto cercando di entrare nel mondo di AJAX. Per ora mi sono limitato a lavare i piatti usando detersivi olandesi, ma penso che prima o poi mi procurerò qualche libro interessante. AJAX è una tecnologia per il web e io non amo molto le tecnologie per il web, però, almeno, questa sembra funzionare un pochino e permettere delle interazioni interessante, quindi chissà che non riesca ad appassionarmi. Il fatto che coinvolga Javascript non mi entusiasma, visto che Javascript, per quel poco che ho visto, è il MALE, ma magari disciplinandolo si può arrivare da qualche parte. Non mi ha mai esaltatonemmeno l'HTML in fondo, ma applicandovi le regole dell'XHTML e usando rigorosamente i CSS ho finito per trarre soddisfazione anche da quel mondo (al netto del mio senso estetico rasente lo zero). AJAX, poi, forse, potrebbe servire qui sul sito per qualcuna di quelle cose che pomposamente chiamiamo di backend, tanto per tirarcela. Voi quindi non ne vedrete mai traccia, ma io mi divertirlò lo stesso.
Chiudiamo, chiudiamo soddisfacendo chi arriva su FTR cercando giochi pervertiti. Doki Doki è ormai già uno dei nostri tormentoni, lo so, ma oggi puntiamo verso Oppai Baka. Lo so che è un gioco esplicitamente hentai e quindi vale meno punti, ma i cartoni promozionali interattivi sono qualcosa di veramente avanti e spero che preso siano utilizzati come base per qualche periferica per console da casa. Sfortunatamente, però, ho paura che l'unica che possa gettarsi in una tale scommessa tecnologica sia Nintendo. Quindi è vero che potremo presto palpare dal reale delle tette, ma saranno le tette di Peach (e io troverei la cosa inquietante).

“E Raffaella canta a casa mia / E Raffaella è mia, mia, mia / E tutto il vicinato / Ascolta il repertorio / Che canta solo per me...”

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0