Strip
301
17 . 03 . 2007

Classi di prestigio

In questa seconda strip nella nostra rinnovata serie Jobs esordisce la nuova ambientazione: l'isoletta tropicale dalla quale l'impresa hi-tech di Cloud e Link può gestire indisturbata un server di WoW “non ufficiale”, e somministrare le dosi mensili ai drogati da MMORPG (per i dettagli tecnici vi rimando alla volta scorsa). L'unico problema: a gestire l'operazione sul campo è Bob, l'angioletto obeso che fa da sempre parte del cast di FTR, anche se ultimamente se n'erano scordati tutti.
Si sa, faccio sempre del mio meglio per epurare questi editoriali da qualunque traccia autobiografica, anche per non soccombere alla moda un po' squallida dei (arghh!) blog, una moda nata alcuni anni dopo FTR. Eppure non mi pare sbagliato citare qui che questa settimana il mio personaggio nel Mondo Reale™ è salito di livello nella sua Classe di Prestigio, ovvero l'Ingegnere Delle Tenebre. I primi superpoteri iniziano già a manifestarsi, insieme alle mutazioni fisiche e mentali che mi trasformeranno in un essere superiore ai comuni umani.

L'editoriale della settimana scorsa è stato riempito dalle mie considerazioni su Princess Crown, e non è rimasto spazio per commentare la Game Developer Conference 2007. Se vi sembra strano che abbia il bisogno urgente di parlare di un gioco d'importazione per Saturn vecchio di 10 anni, piuttosto che delle ultime notizie riportate su tutti i siti professionali, ebbene benvenuti a Follow The Rabbit... la tana dei videogiocatori osessionati.
Ad ogni modo, la GDC 2007 è rimasta ormai la fiera più importante del settore nell'emisfero occidentale, e su quel palcoscenico sono esplosi annunci notevoli. Sony, dopo aver passato gli ultimi due anni a demolire sistematicamente tutto il prestigio accumulato fin dai tempi della Playstation, ha tentato di correggere il tiro e dare al mondo qualche buona ragione per acquistare una PS3. Riassumendo: con me non c'è riuscita.
La PS3 Home rappresenta la direzione inevitabile del progresso, e un altro passo verso un mondo cyberpunk anni '80. Ma non è una prospettiva che mi alletta molto. The Sims non fa per me, e non trovo particolarmente eccitante la prospettiva di simulare roba del tutto ordinaria nella vita quotidiana. Forse in questo sono un giocatore hardcore piuttosto atipico, ma non mi sembra una gran idea muovere un avatar fittizio in un mondo fittizio per andare in un cinema fittizio a vedere la pubblicità di un film reale, dopo aver atteso un certo tempo per il download. Quanto ad acquistare arredamenti fittizi per un appartamento fittizio, credo che dopo aver comprato una PS3 e un televisore HD uno si trovi in difficoltà anche a spendere per arredare il suo appartamento reale.
Ha generato molta esaltazione anche il filmato di LittleBigPlanet, e questo lo condivido di più. Certo, bisogna che gli utenti PS3 siano davvero ridotti alla fame, se il titolo di maggior richiamo è un giochetto indipendente a basso costo. La patria di questo genere di trastulli è il Wii, e da una PS3 (propagandata a gran voce come un “supercalcolatore”, Game 3.0, HD o morte e tutto il resto) ci si attende produzioni di un certo spessore. Non saprei... cose come Final Fantasy XIII o Metal Gear Solid 4.
Bisogna avere pazienza, saper attendere con freddezza e cinismo, e stringere i denti per sopportare le umiliazioni e i soprusi riservati da Sony in modo particolare alla cara Europa, perché evidentemente ci prendono tutti per idioti. A questo argomento abbiamo dedicato la strip di domenica su Multiplayer.it.

“I'll start a petition, demanding that peace last forever, and that all import games be brought over, unaltered and subtitled, from Volga.” (Princess Crown)

Lo-Rez: arte, storia, web design
17 . 03 . 2007

La carta

Ho fatto alcune piccole ricerche. La carta sembra essere una qualche sostanza che, in passato, veniva usata quale supporto per imprimere segni e comunicare col prossimo. E' stata sostituita da internet, naturalmente, perchè anti-igenica. Sembra infatti che venisse ricavata da certe... come si dice... piante, alberi addirittura, delle cose piuttosto sporche, che solitamente si trovavano in posti umidi e pieni di insetti.
Scherzi a parte, grazie alla collaborazione con Gamers questo mese alcune strip di FTR vedranno la luce su supporto celluloso. Si tratta di ristampe di strip M.it, le conoscete già, ma magari come me volete togliervi lo sfizio di vedere che impressione fanno, pubblicate su un giornale che non cominci per www. Gamers è una rivista molto vicina alla nostra filosofia, è underground, non scrive recensioni tipo fossero press releases e si occupa di vicende sconosciute ai più, questo sicuramente è uno dei motivi per cui ci piace avergli dato del nostro materiale. Lo so, settimana scorsa già vi esortavo a comprare la rivista che invece uscirà solo fra una settimana ancora. Vi ho preso un po' per il chiul, ma comunque ho generato hype, attesa e desiderio ed è esattamente quello che volevo, quindi arrangiatevi.
Gamers esce lo stesso giorno di PS3, il giorno che segnerà l'apice della console war, quando finalmente bisognerà tirare fuori le palle. Abbiamo detto tanto di PS3, abbiamo detto anche molte cose cattive a dire il vero (e ne abbiamo avuto ben donde), però bisogna dire che la console non è affatto morta, anzi, è uscita vincitrice dal GDC presentando la sua piattaforma di connettività globale e alcuni giochi che hanno suscitato reazioni clamorose. Personalmente sta storia della connettività globale e del SIMS Online dei poveri presentato non mi hanno minimamente toccato, sarà che ho un approccio alla condivisione delle esperienze molto più PCista. Si, può essere divertente per quindici minuti girare tra le case degli utenti e dirsi quattro idiozie nella sala giochi virtuale, ma mi pare una cosa che può venire a noia presto e che non vincerà mai contro l'impulso a sbattere nel lettore un Final Fantasy tot e fare le cose sul serio. Non è che i Mii fossero meglio, naturalmente. Si tratta di giocattoli, gadget, robetta, glassa che va scrostata via per parlare veramente di console perchè una console è pur sempre una macchina su cui far girare giochi, per quante connessioni di rete possegga (anche se è vero che it's raining in Shangai!). Insomma, che la gente si smascelli di fronte a Little Big World può dirmi che Sony è sulla strada giusta, che la gente faccia tant'occhi all'ennesimo Barbie Crea La Moda per nerd vale per me una perplessa grattatina di capo.
Un'altra cosa che è sulla bocca di parecchi in questi giorni è la piattaforma Games for Windows, ma è una cosa che vorrei metabolizzare un po' prima di parlarne, quindi glisso.
Cominciano invece ad abbondare le immagini e le notize su Tabula Rasa, un progetto che sapete sto seguendo conun certo interesse. Ho provato a concentrarmi sugli ultimi screenshot e devo dire che, sebbene non ci sia niente di "aggressivo" come lo stile WoW comunque direi che siamo sulla strada giusta, si vede qualcosa di interessante. E poi, ragazzi, un MMORPG con i MECH! Cosa dire se non whoa? Certo, se Garriott si degnasse anche di dirci qualcosa su come è questo stramaledetto gioco potremmo anche discuterne diffusamente, per ora possiamo solo aver fiducia in lui... e ammettiamo che avere fiducia in un uomo che ama fingersi un signorotto medievale ogni volta che può è un bell'impegno.
Andiamo oltre, Lo-Rez non è l'unico che può vantare pratiche di retrogaming più o meno complesse. Certo, io non arriverei MAI a scaricarmi una traduzione dal giapponese di un JRPG, ma si sa che non ho il sacro fuoco della passione che invece accende lui. Più modestamente ho installato sulla mia Slack un pacchetto che già avevo ai tempi di Windows, ovvero lo SCUMMVM, un must-have per quelli come me, un emulatore dedicato esclusivamente alle avventure grafiche punta e clicca della Lucas. Credo di aver già esposto in passato il desiderio di finire Sam&Max. Oggi che ho scoperto di poterlo giocare anche senza saltare al boot Win le speranze che ci riesca si fanno più concrete.
Bene, sul finale volevo farvi notare che Release Spirit da un po' di tempo ha cambiato stile. Release Spirit è un webcomic a cui siamo molto vicini, non fosse altro per il fatto che è dedicato a WoW, e ha anche la feature di essere molto divertente e ben fatto. Il passaggio dagli screenshot al superdeformed, so, è stato molto sofferto, ma io ne scrivo due righe qui proprio perchè personalmente mi ha convinto tantissimo. Credo potrebbe raccogliere consensi anche fra voi disgraziati.
L'editoriale è finito, Bob ci porta già al sole e al mare, in verità fa effettivamente piuttosto caldo, ma siamo lontani da sdraio e ombrelloni. E' anche vero, però, che per giocare a World of Warcraft con un server pirata è sempre l'occasione buona.

“Siamo comodi comodi / Sulle stuoie di vimini / Sulle spiagge di Rimini / Sull'atollo di Bimini... ”

Naturalmente, se ci state pensando: NO.

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0