Strip
184
13 . 11 . 2004

Ai Confini Della Realtà

Da questa settimana FTR commuta nuovamente sulla serie Jobs, dopo 8 tavole a base di kung-fu, ninja cattivi e graziose kunoichi. Torniamo quindi in un ambiente meno esotico, che sarà familiare alla maggior parte dei lettori (i quali, come si sa, sono ingegneri): la sede della IT Company per la quale lavora (?) Neo.
In particolare questa strip mostra gli scantinati dell'edificio, dove sono custodi i preziosi server monolitici neri, con quei led minacciosi che sembrano gli occhietti di orde di orchi nascosti nel sottosuolo. Era una strip che richiedeva un'atmosfera un pò spettrale, tipo Ai Confini Della Realtà, e mi sembrava l'occasione adatta per sfoggiare un nuovo fondale. Neo mantiene il suo costume da supereroe ingegnere, camicia bianca e cravattino nero, che ha debuttato qualche tempo fa.

Siamo sull'orlo dell'apocalisse videoludica che ogni anno arriva puntuale di questi tempi, anche se ogni volta è sempre un pò in anticipo. Di questo passo, presto sarà natale tutto l'anno. I Quattro Cavalieri dell'apocalisse stavolta sono Half-life 2, Halo 2, GTA San Andreas e... Capcom Fighting Jam? ehm, magari potete sostituire l'ultimo titolo con Pro Evolution Soccer 4, Rome Total War o un qualsiasi altro gioco che va per la maggiore, avete un'ampia scelta.
Per chi segue la scena coin-op come me, il ritorno di Capcom nell'arena dei picchiaduro 2D è un evento che riscalda il cuore: però soltanto nelle sale giochi del Sol Levante si respira la Storia, qui da noi dobbiamo accontentarci di qualche screenshot. Fighting Jam è una allegra ammucchiata di personaggi tratti da tanti giochi diversi che hanno fatto la storia di Capcom, comprese alcune perle oscure come Ingrid (seguite il link per sapere quanto oscure). In un festival del fan service come questo non poteva mancare la mossa più carismatica di tutti i tempi, la Midnight Bliss/Pleasure. A suo tempo ne avevamo parlato a proposito di SNK vs Capcom, se volete rinfrescarvi la memoria. A quanto pare in questo nuovo gioco le animazioni e gli sprite relativi a questa mossa così pervertita ed esilarante sono di ottima qualità, superiori a quanto visto in tutti i titoli precedenti... un fatto simile non è così scontato: i giochi arcade non migliorano necessariamente col tempo, visto che l'hardware è sempre quello e i disegni si fanno a mano.

Visto che avremo tempo per parlare di Half-life 2, di San Andreas si è detto la volta scorsa, e Halo 2 mi lascia sconcertato, continuiamo con l'argomento coin-op. Chi mi conosce lo sa, gli artisti 2D che lavorano ai giochi arcade per compagnie come Capcom e SNK sono una delle mie massime fonti di ispirazione. Quest'anno è il decimo anniversario di King Of Fighters: è uscito un nuovo episodio ogni anno da allora, e lo stile dell'arte promozionale e di quella in-game è cambiato parecchio col tempo, anche perchè quasi ogni anno è stato chiamato un artista diverso. Finalmente sono state tradotte in inglese le interviste fatte in occasione dell'anniversario a questi artisti, ed è materiale parecchio interessante. Il mio preferito, Falcoon (già citato fino alla nausea in queste colonne), svela alcuni retroscena del suo lavoro, e mi fa piacere notare che abbiamo più o meno gli stessi problemi nell'affrontare i disegni, anche se chiaramente a livelli molto diversi. Certo, non c'era bisogno di leggere l'intervista per sapere che ha una predilezione per i soggetti femminili...

Ma via, diciamo lo stesso due cose su HL2. Ho comprato una rivista, una rivista di carta, in una edicola, e ormai non mi ricordavo neanche più come si fa. L'ho fatto soltanto per HL2, per vedere la recensione in esclusiva italiana/mondiale. Mi sono dovuto umiliare profondamente, per comprare... Giochi Per Il Mio Computer. Il Vero Videogiocatore, se ne ha voglia, legge TGM, o qualcos'altro, purchè non sia Giochi Per Il Mio Computer, eppure Valve nella sua infinita saggezza ha scelto proprio questa rivista per l'esclusiva. Per fortuna con il loro gioco invece sembra che siano stati assolutamente infallibili, assemblando l'esperienza videoludica definitiva.
Allegato alla rivista c'era l'ultimo filmato promozionale di HL2, il teaser trailer, quell'assaggio che serve a deridere lo spettatore e la sua impotenza di fronte all'Industria dell'Intrattenimento. Come tutto quello che riguarda HL2, anche il filmato gronda uno stile inconfondibile, e mostra semplicemente qualche secondo di gioco in prima persona, con l'arrivo di Gordon Freeman al laboratorio e la sua accoglienza da parte degli scienziati (in italiano). Niente azione, niente armi, niente mostri: solo animazione facciale allo stato dell'arte, atmosfera rilassata e battutine sui laureati al MIT. Che gioco, signori.

“Dry your eyes mate /
I know you want to make her see how much this pain hurts /
But yoùve got to walk away now /
It's over /”

Lo-Rez: arte, storia, web design
13 . 11 . 2004

Rumore bianco

(Sulla musica di: Bandiera Bianca, F.Battiato)
Il sottomarino non lo voglio più guidare
Rimettiamoci al volere della sua rete neurale
Sugli scogli o tra le stelle non capisco manco dove andiamo

Per fortuna il formalismo non fa calcolare
Riccati differenziali con processi lineari

E avete voglia di usare stati un po' tempovarianti
anche nelle medie mobili senza la u
uh-uh-uuuh

C'è chi si scrive le funzioni che vuole
Per avere più marasma e matematico mistero
Uh com'è difficile se si prevede
quando i dati crescono e i filtri sbiancano

Quante valide misure che attraversano la fase
Com'è misera l'uscita del sistema controllore

Nel filtro entra del rumore bianco
Nel filtro entra del rumore bianco

Nel filtro entra del rumore bianco
Nel filtro entra del rumore bianco

A Bittanti va scolpita una statua dedicata
A Rinaldi una più grossa perché ha più calorie

Uh com'è facile stare un po' più calmi e indifferenti
Quando hai un prof a cui non cambia l'umore

In quest'epoca di pazzi ci mancava la varianza dell'errore

Ho trovato degli zeri in un controllo lento
Quante brutte diofantine che si annullano con niente

Minima varianza…
Minima varianza…

E casini soprattutto con gli spazi vettoriali

Nel filtro entra del rumore bianco
Nel filtro entra del rumore bianco

Nel filtro entra del rumore bianco
Nel filtro entra del rumore bianco

Oggi non avevo granchè voglia di scrivere l'editoriale, ma questo naturalmente è un dato riservato che è noto solo a pochi eletti. Voi che siete il volgo, invece, avrete la versione secondo cui la strip odierna mi ha fatto tornare alla mente questo vecchio testo elaborato nei tempi più negri del mio vivere universitario e tanta è stata l'emozione ricordandolo che ho deciso di condividerlo con voi. Penso anche che potrebbe essere carino per darvi un'idea più confusa del rumore bianco in generale giacché una parte di me prova dei rimorsi di coscienza quando vede pubblicate le strip Engeneer only, naturalmente non lo facciamo per voi, ma in questi frangenti riduciamo il pubblico recettivo a una frazione della frazione di quanti ci seguono. Bisogna anche dire che l'ingegnere, bistrattato essere sui bordi del regno animale, con Enterprise sta conoscendo un nuovo periodo di gloria. Non solo, infatti, nella flotta astrale gli ingegneri fanno miracoli, ma trombano pure come ricci. Detto ciò, come non provare un po' di orgoglio di categoria?
Forse potrei trovare argomenti di cui sproloquiare, impegnandomi: a quella certa mezza-vita che sta per sconvolgerci le viscere è già dedicata la strip domenicale, ma meriterebbe qualche parola, è uscito un FIFA 2005 che si-è-uguale-agli-altri-ma-però..., tavoletta d'ossidiana (al secolo PSP) e giocattolo in plasticone (al secolo DS) non lasciano fuggire giorno senza gonfiare il petto...si, insomma, sono proprio un degenerato a lasciarvi senza il mio verbo. Per tenere a bada la mia coscienza vi dono almeno una preposizione:
"per"

"Lois Lane, torna in te...ci sono centinaia di esseri con superpoteri a questo mondo"

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0