Strip
173
28 . 08 . 2004

Belli carichi

Non poteva fare lo stesso effetto del 1993, però DooM 3 ha sollevato un discreto polverone. Mi sarei aspettato meno entusiasmo, dopo che (più o meno) tutti quelli che contano qualcosa in questa Industry hanno fatto a gara nel disprezzarlo. Si vede che Doom conserva il suo fascino, anche se adesso siamo distratti da tanti concorrenti, c'è il logo arancione di Half-life 2 che emerge all'orizzonte come un'esplosione atomica, ci sono tanti altri campioncini dell'FPS che sono sorti in questi dieci anni, e sparare ai mostri con il fucile a pompa non fa più tanta impressione come una volta.
Però i tizi di Id Software sono comparsi anche stavolta sulle copertine delle riviste come Time, come ai bei vecchi tempi, quando erano una squadra di adolescenti texani con i capelli lunghi, le Ferrari e una passione per le armi, accusati di satanismo e di trasformare i ragazzini in killer seriali.
E' bello ricordare tutto questo, vedere gli eventi di oggi alla luce del passato, perchè il guaio di questa dannata industria è che non ha un briciolo di storia, tutto succede sempre per la prima volta, tutto è una novità.
Per finirla con Doom, comunque, sono soddisfatto che alla fine ci sia quell'effetto di sfocatura/arrossamento quando si subisce danno, perchè come ho già detto secondo me quello è il futuro. In generale le mie aspettative sono state appagate, e mi sembra significativo il fatto che tutte le recensioni sono un elenco infinito di difetti, sennonchè poi il voto è 8/9 perchè in definitiva il gioco è piaciuto.

Ci ritroviamo dopo la pausa estiva e non ho neanche salutato... il fatto è che non me importa nulla, non è che ci sediamo tutti intorno a un focherello il sabato sera per raccontarci le storie di FTR, noi e i nostri lettori, non siamo obbligati a salutarci cordialmente uno ad uno come alle riunioni dell'anonima alcolisti.
Quest'anno non c'è stato un vero stacco tra la mia vita pre e post vacanze, quindi mi ritrovo qui nella solita postazione alla Rabbit-Tana, bello carico e ossessionato come non mai, con uno sguardo folle che mi brilla negli occhietti malefici. Non mi sono messo avanti con i disegni... vorrei poter dire che mi piace sfornare le strip just-in-time, ma in realtà semplicemente non ho avuto il tempo e la voglia di disegnare. La conclusione del secondo Ventaglio di Kunoichi Clara non è a rischio, comunque.
La notizia fondamentale dell'estate, quella di cui voglio parlare da almeno un paio di settimane, è che Shenmue 3 si farà, però sarà online. Ho già detto che sentimenti mi ispira Shenmue, e di come per me sia in testa alla classifica. Un gioco online esclusivo per l'Oriente, ambientato negli stessi luoghi in cui il gioco sarà disponibile, è un'idea potente. Shenmue di fatto è la simulazione di un ragazzo giapponese del 1986, a spasso per Hong kong e l'entroterra cinese: per certi versi un MMORPG è la scelta più naturale... però le motivazioni di Ryo sono strettamente personali, e la storia non ha una scala tanto vasta da coinvolgere parecchia gente: non vorrei vedere cinquemila Ryo Hazuki sullo stesso server, tutti con il papà morto ammazzato.
Viste le condizioni traballanti di Sega è ovvio che si tratta di una scelta disperata, tanto per sfruttare un marchio molto amato, e tutti sanno che oggi come oggi c'è un miliardo di tizi con gli occhi a mandorla disposto a morire di stenti dentro un Internet Cafe pur di giocare un RPG online. Insomma, è un business promettente.
Bisogna considerare che in Cina è il governo che viene a dirti il colore delle mutande che devi indossare, e la legislazione riguardo a Internet e soprattutto ai giochi online è un pochino restrittiva, ma nonostante queste condizioni non proprio ideali i MMORPG hanno un gran successo, e di fatto sono gli unici giochi che possono sfuggire alla pirateria. Non c'è da meravigliarsi se parecchi publisher stanno investendo in Oriente. L'unica condizione è che i server siano nettamente separati da quelli del resto del mondo, meglio ancora se il gioco è un'esclusiva cinese, e a quanto pare Sega ha accettato con entusiasmo.

Mi è giunta voce che nella gara di nuoto sincronizzato femminile alle Olimpiadi, la squadra USA ha usato delle musiche tratte da Final Fantasy 8. Ecco, volevo solamente sottolineare questo fatto... E a proposito, personalmente ricordo che in una puntata di Stargate - Linea di Confine, a meno che non avessi le traveggole, hanno usato come sottofondo l'Overworld Theme (pre-Meteor) di Final Fantasy 7. Ma quest'ultima notizia non è confermata, a volte ho allucinazioni di questo tipo.

“Vengeance from the grave /
Kills the people he once saved”

Lo-Rez: arte, storia, web design
28 . 08 . 2004

Ricominciamo

Mai editoriale risulta più facile da stendere di quello del ritorno dalle vacanze. Intanto viene dopo un lungo periodo in cui non si è scritto niente e quindi la propria vis scriptoria non è consunta e poi comunque è sempre un editoriale di rinnovamento, di riconciliazione, di riscaldamento, un editoriale in cui le cose da dire, anche quando sono poche, possono essere condite di spropositato, disgustoso entusiasmo.
Come vi avevamo promesso, dopo aver introdotto i paguri prima di partire per le ferie, adesso cominciamo a sviscerare questi personaggi scoprendo che la loro apparizione, dopo quella del Paguro Anselmo nella notte dei tempi, è ben più che una coincidenza. Si potrebbe quasi dire che il destino abbia deciso di riallacciare le fila della storia di FTR e di Anselmo, verrebbe da chiedersi se una mano, nell'ombra, non abbia organizzato tutto. Bhe, dissipate pure ogni dubbio, la mano c'è, è la mia, se no cosa sono qui scrivere sceneggiature a fare?
Immagino però che la telenovela qui presente non sia l'unico cruccio legato a Clara che vi ossessiona, perchè effettivamente anche Kunoichi Clara ha qualcosa in sospeso da dirvi. Bhe, sembra che su quel fronte potremmo risolvere la questione per settembre, quindi non avrete molto da aspettare, all'incirca lo stesso tempo che vi rimane prima di tornare a scuola/lavo..oh, cosa sono quelle facce? Ho toccato un brutto tasto? Eh, scusate, non l'ho fatto apposta. Comunque sia quando la vostra vita ritornerà grigia e monotona almeno avrete kunoichi Clara per darle un pizzico di brio (un motivo in più per rimanere lontani dalle droghe...).
Il mondo dei videogiochi, intanto, mentre eravate via, ha cominciato a trattenere il respiro in attesa del natale. Certo, uno spiffero di nome Doom 3 gli è già scappato (la rece di M.it), ma per il resto è cominciata l'apnea. XBOX e PS2 hanno decurtato i loro prezzi arrivando finalmente a una quotazione umana (vi ricordate bene o male da che cifre siamo partiti?) e tutto da oggi verrà sacrificato sull'altare sacrificale del bimbetto pacioccoso che crede in Babbo Natale. Personalmente devo dire che per questa nuova stagione non penso di aspettare niente e trovo la cosa piuttosto triste. Non è solo una questione di limiti tecnici, è proprio che non c'è nessuna preview che mi stuzzica, nulla su cui mi sembri valga la pena sbavare. Sarà anche un po' che i generi che piacciono a me non sono più supportati come una volta, persino gli RTS mi sembrano un po' in crisi, forse di idee più che di produzioni, ma non vorrei che sia anche uno dei tanti sintomi del progressivo disinnamoranto che sto subendo per il nostro personale paese dei balocchi, quel distacco che non mi fa desistere dal guardarlo con l'occhio dell'analista, ma che sempre più mi fa sentire un consumatore. Chissà, forse un giorno questa tendenza si invertirà, ve ne darò notizia appena accade (nel frattempo non rimanete troppo in ansia, magari). Se non altro la plastica e il silicio stanno per tornare stimolanti come ai bei tempi dell'avvento di PS2 e co. Forse stiamo per scoprire come funziona il Nintendo DS mentre devo dire che il design del PSP è effettivamente accattivante, anche se, come il GameboyAdvance SP, fa di tutto per non far sembrare il coso una console. Non bastano però tutti questi ammenicoli, sta per tornare persino Tamagocccccci! Ammettetelo, vi è mancato e adesso che torna indietro potrà anche accoppiarsi selvaggiamente con qualsiasi essere digitale abbia nelle vicinanze, violentando persino la principessa del Prince of Persia del vostro Nokia. Come si fa a non voler bene ai giapponesi quando creano cose del genere?
Aaaaaaah, abbiamo davanti l'ennesimo assurdo pazzo anno videoludico e le solite rocambolesche avventure rabbitesche a cui vi abbiamo abituato, direi che per il momento posso anche chiudere. Questo editoriale aveva il preciso scopo di segnare il nuovo cominciamento delle attività. Mi rimboccherò le maniche e comincerò a lavorare sul serio da settimana prossima.
Siglaaaaaa!

"This terminal seems to be an Apricot-brand terminal. It's running something called Fallout 2. Wow, it looks like it's multiplayer and 3D"

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0