Strip
134
22 . 11 . 2003

Final Fanboy

Stiamo entrando nel vivo di Kunoichi Clara, come accenna educatamente il Sensei nell'ultimo quadro. Gli aloni di luce sono un trucco che ho usato per coprire i difetti nel disegno, ma alla fine mi sono piaciuti e potrebbero diventare parte integrante dello stile di questa serie. La prossima settimana vedrete un po' di azione ninja, ma fossi in voi non tratterrei il respiro.
Queste ultime settimane qui a FTR sono state dominate da Matrix, come era inevitabile, sia nelle strip (questa e questa) che in questi editoriali. Non mi è dispiaciuto, disegno e parlo sempre volentieri di Matrix, e poi ormai e' un capitolo chiuso (o almeno fino a Matrix Online).
Però da oggi l'Intrattenimento Elettronico si riprende la scena in grande stile, con un assalto coordinato degno di R6.

Sto cercando di riordinare le idee, ma è dura: giochi di qualità come se piovesse, se prendessi il Coniglio per le orecchie e mi mettessi a rotearlo con violenza in giro, colpirei dozzine di Giochi del mese, e forse anche qualche Gioco dell'Anno.
Ce n'è per tutti i gusti, ma siamo nel mio editoriale e quindi parliamo dei miei gusti.
A volte perdo di vista la scena PC, distratto come sono dalle meraviglie dell'Oriente, ma ora come ora sarebbe una cattiva idea, perchè ci sono giochi come XIII, Broken Sword 3, Knights Of The Old Republic, Max Payne 2 e Prince Of Persia 4 che richiedono la mia attenzione immediata.
XIII ha una direzione artistica eccezionale, guardando il trailer sembra di guardare nel futuro di questo settore. Se anche non fosse un gioco ma solo un pugno di screenshot, sarebbe comunque un passo avanti per tutto il videoludo. XIII sprigiona tanto stile che anche con un gameplay da cani sarebbe comunque un'esperienza degna. Per me lo sarebbe.
Prince of Persia è il tipico gioco che e' strisciato di soppiatto ai margini del mio campo visivo, cercando in tutti i modi di non farsi notare: lo avevo sempre etichettato come il solito platform, e il suo orripilante predecessore era il classico esempio di come la trasposizione in 3D di un platform rovina l'originale.
Il fatto ironico è che anche l'originale Prince Of Persia nel 1990 passò inosservato. Solo un anno dopo la conversione PC la gente comincio' ad accorgersi che quel giochillo aveva le animazioni più fluide che ci si poteva permettere con una dozzina di pixel. Questo nuovo Prince Of Persia: The Sands of Time sembra una pietra miliare almeno quanto l'originale. Certo, non e' stato creato da un singolo individuo in 18 mesi (proabilmente in un seminterrato, come vuole la leggenda), e soprattutto non gira su una macchina di culto come l'Apple II... ma erano altri tempi. Oggi POP4 sfoggia le animazioni piu' spettacolari che ci si puo' permettere con migliaia di poligoni e tutti gli effetti grafici che l'uomo ha creato: direi che la tradizione di famiglia non e' stata tradita.
L'idea di riavvolgere il tempo per evitare una caduta o schivare un colpo, o magari solo per fingere di stare girando Matrix 4, è la vera perla del gioco. Il resto, le camminate sui muri e i minareti nel deserto, e' contorno.

Ok, ora passiamo alle cose serie, basta fingere. Finora ho cercato di trattenermi, ma se seguite la Scena dei console-RPG sapete già che questa settimana si è verificato l'Evento per eccellenza. Anche se non la seguite, forse avrete notato che da qualche giorno tanti giovani uomini (e diverse giovani donne) si aggirano per la strada, sull'autobus, al lavoro o sui banchi di scuola con un sogghigno perenne stampato in faccia.
Ebbene, quella gente è dominata da un unico pensiero, e non riesce a toglierselo dalla testa.
FF XII.
Arriverà da noi tra un anno e mezzo o più, ma FF XII è gia' riuscito ad emozionare e divertire piu' di tanti giochi gia' usciti. Potete non possedere neppure una console o un PC, ma seguire le notizie su FF può essere un hobby completo di per se'.
Il 13 sono apparse le prime immagini, pubblicate da una rivista nipponica violando gli accordi ufficiali, e a loro volta scansionate illegalmente e postate su internet. Nel giro di 12 ore la notizia era in cima a tutte le homepage dei siti principali, e le discussioni hanno cominciato a crescere al ritmo di 150kb al giorno, basate soltanto su quella manciata di immagini sgranate.
Il 19 c'è stata la conferenza ufficiale, e chiaramente gran parte delle opinioni iniziali, basati su quell'unica immagine, si sono rivelate infondate. In particolare, tanti si erano dichiarati delusi, ma le nuove informazioni hanno esaltato un po' tutti e adesso sembra davvero un FF molto promettente.
In Giappone c'è un vero e proprio culto per i personaggi (i "chara") e il loro design, sia nei manga che negli RPG (c'e' anche una rivista dedicata), e per FF questo culto raggiunge picchi assurdi: c'e' gente ossessionata che ha composto intere teorie sulla storia tra i due protagonisti, sulla loro personalità, sulla classe, e altra gente che le ha contestate (basandosi su un'unico artwork sgranato, ricordiamo). Anch'io sono fanatico, ma insomma, non e' che ci dovete uscire insieme, con quei personaggi...
La minigonna di lei (e il fatto che sembra quasi una bionda, e una bionda protagonista in FF non s'è mai vista) ha diviso il pubblico, e così anche lo stile un po'... come dire, effemminato di lui (c'e' chi parla di Final Gay Fantasy). Gli elementi concreti comunque sono davvero promettenti, sembra che ci sia una forte contaminazione da parte degli altri giochi Square: Chrono Trigger, Vagrant Story, Tactics. Cosi' si aprono prospettive interessanti nella trama (potrebbe essere proprio questo il Final Fantasy generico a cui si accenna in Tactics Advance, quello che i personaggi del gioco hanno giocato...), e anche nel gameplay: sembra che i combattimenti si svolgano direttamente sulla mappa, senza transizioni.

Quando dicevo che non si può uscire insieme alle protagoniste di FF, naturalmente non ero corretto. Lo confesso: ho provato la dating-simulation non ufficiale programmata da un team amatoriale.
Ci sono poche cose che ti fanno sentire un completo, totale fallito nella vita come stare un quarto d'ora davanti a un monitor a veder scorrere scritte incomprensibili, con l'unico obiettivo di sedurre le ragazze (finte) di un videogioco (finto) vestite in divisa scolastica (finta). Questo poi non è un gioco hentai, per cui il massimo a cui si può aspirare e' un timido sorriso. Volevo solo vedere fin dove ci si puo' spingere nella mania per FF, ma dopo 10 minuti mi e' venuta meno la forza di andare avanti. Scegliere ideogrammi a caso e vedere Tifa o Quistis che passano dalle lacrime al sorriso o viceversa potrebbe distruggere chiunque.

“Fisher vanta un'incredibile collezione di cicatrici. Ha reso sicura la sua casa a Valhalla; non gli è rimasto molto da dimostrare al mondo. E' diventato più vecchio e saggio, non e' interessato alla gloria. Se combatte per una causa, lo fa solo perche' crede che ne valga la pena e che e' in grado di farlo.”

Lo-Rez: arte, storia, web design
22 . 11 . 2003

Piccola tettonica a zolle

Fosche nubi d'esami si addensano minacciose intorno alla mia testa. La perfezione zen in cui sono solito scrivere i miei editoriali è al momento incrinata e non ho le forze di ripararla perciò, dopo un lungo periodo di sfacciata prolissità, ho paura che per una volta mi terrò stretto. O almeno così credo a fare l'inventario dei miei pensieri.
Nell'intimità del mio PC quest'ultima settimana ha riportato cambiamenti importanti per quanto molti potranno non trovarli tali. Dopo aver professato per anni la completa dedizione alla 800x600 finalmente mi sono deciso a passare alla 1024x768, sto parlando di risoluzione, naturalmente. Può sembrarvi un'idiozia però io sono piuttosto fossile nelle mie abitudini e un passaggio così brusco mi ha segnato. Devo dire di essermi abituato subito al cambiamento, nei primi giorni ho dovuto sistemare la visualizzazione di certi caratteri e certe cose, ma adesso non reputo più la condizione attuale come un attentato alle mie (già scarse) diottrie.
Uno dei vari motivi che mi hanno convinto a fare questo balzo è stato il fatto che ora, finalmente, posso godere appieno dei wallpaper del sito (ehm ehm...). Per questo il secondo rinnovamento che ho portato al mio windows è stato passare dal wallpaper "Silouette" (che era godibile anche con un grezzo ingrandimento) al ben più sontuoso disegno dedicato a kunoichi Clara e dedicato anche un po' a Kill Bill. Più ci rimugino più credo che Kill Bill sia il più bel film della stagione perciò avevo bisogno di qualcosa che fosse testimonianza di questa mia idea.
Esiste una terza modifica che voglio fare al mio stile di vita, una modifica altrettanto frivola, ma che dal mio punto di vista è la più storica. Ho deciso di cambiare il wav d'apertura di Windows. E che sarà mai? Direte voi. Bhe, sappiate che il mio wav di apertura è sempre lo stesso da all'incirca OTTO anni. Si tratta della sempre mitica marcia imperiale di Star Wars con condimento di frasetta di Darth Fener, ok, è qualcosa di praticamente perfetto, ma ho deciso di dare una svolta anche in quella. Prenderà il suo posto una versione rimaneggiata e ridotta (che devo ancora approntare) del discorso di Morpheus che c'è pure nel trailer di Reloaded (insomma, questo). Ripeto che per me Matrix è il guerre stellari del nuovo millennio, non mi importa quanti sciacalli e pseudo critici vogliano bollare Reloaded e Revolutions come squallide appendici, è una cosa di cui sono fermamente convinto. Per questo permetto a uno dei più bei monologhi della trilogia di sostituire la marcia che, per tanti anni, ho sentito tanto mia.
Basta sparare idiozie di interesse nullo, sono il primo ad essere consapevole che nessuno ha a cuore il mio computer, ma se questa column deve essere un diario lo sia fino in fondo, che diamine! Ok, parliamo di videogiochi.
Ho il nuovo TGM e come capita a volte quando lo sfoglio mi è saltato in mente di segnalare Prince of Persia: Sands of time. Dalla recensione deduco che il gioco è proprio bello e se vai a leggere tra le righe scopri anche perchè: il sistema di controllo. Da anni l'ambiente videoludico (e per ambiente videoludico intendo tutti tranne la Core) hanno inteso che la fortuna di un action-adventure sta nel sistema di controllo e oggi qualcuno, finalmente, si è messo a scriverne uno decente. Verrebbe da dire "Oh, genius!", ma secondo me ha più senso biasimare tutte le altre software house che hanno sempre buttato via anni per realizzare metodi di gioco capaci di trascinare rapidamente all'isteria. E' bello poi, per me, che l'intuizione con la I maiuscola l'abbia avuta proprio la saga di Prince of Persia perchè non ci sono storie: Prince of Persia è la Storia, Prince of Persia è il videogioco per PC. Nel mondo alternativo in cui Prince of Persia non è esistito il gioco più famoso per PC è il campo minato. Ergo, massimo rispetto.
Non ho molto altro da dire, vi avevo detto che sarei stato stretto (bhe, lo sono effettivamente stato?) credo che verranno tempi migliori in cui scrivere editoriali più sensati, oggi però di certo non appartiene a quelli.

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0