Strip
124
13 . 09 . 2003

Tattiche avanzate

Una nota veloce sulla strip di M.it della settimana scorsa: ogni somiglianza della giornalista con April O'Neill è una pura coincidenza... io stesso non me ne sono accorto finche' non l'ho colorata. E' proprio vero che certe esperienze ti penetrano nel subconscio. E se non sapete chi e' April O'Neill, non siete mai stati bambini!

Nella Tana del Coniglio Bianco questi giorni settembrini stanno scorrendo placidi. Cymon è dentro ai Pokémon fino al collo, ha lo sguardo perso nel vuoto caratteristico degli intossicati all'ultimo stadio, ogni momento che passa lontano dalle sue creature gli e' intollerabile, e ormai ha scoperto la vocazione della sua vita: dedicarsi anima e corpo ad allenare tenere bestiole ad azzuffarsi a sangue in incontri organizzati.
Io invece mi sono trasferito ad Ivalice, il fantastico mondo di Spada e Magia, dopo aver scovato un vecchio volume magico in una libreria. Appena arrivato sono stato reclutato da un moogle nella sua banda di guerrieri mercenari (devono esser messi proprio male se reclutano senza batter ciglio dei bimbi di 10 anni mai visti prima... del resto stiamo parlando dei moogle!), e da allora sono completamente assorbito a gestire l'attività del mio party.
Final Fantasy Tactics Advance fa parte di quella cerchia di titoli che vanno venduti sotto prescrizione medica, quei giochi da trattare con cautela perchè al minimo tocco sei perduto, quei giochi da tenere assolutamente alla larga in periodo di esami, o se avete qualsiasi altro dovere.
Tutto quello che io non ho fatto, naturalmente. Ci sono finito dentro come un ingenuo, eppure è un po' che pratico il Videoludo, ormai certe lezioni dovrei averle imparate (credo che lo stesso si possa dire per Cymon, visto il suo stato attuale).
Non che mi lamenti, però... solo una settimana fa ci eravamo lasciati con la mia speranza di giocare di più e a parlare di meno di videogiochi.

Guardacaso in questo periodo è uscito un altro strategic-RPG degno di notevole considerazione, ovvero Disgaea. A parte il gameplay fortemente avvelenante, Disgaea e' notevole soprattutto perche' e' ancora più fuori di testa della media dei prodotti nippo-coreani: tra i componenti della banda possiamo arruolare pinguini zombie esplosivi e demoni della seduzione minorenni, ad esempio.
Disgaea continua una tendenza che sta emergendo sempre più negli RPG per console (ad esempio Breath Of Fire 5), la storia si concentra soprattutto su sciocchezzuole da nulla che coinvolgono personalmente i personaggi, e lascia sullo sfondo la classica trama epica, quella che siamo abituati a considerare "importante". In pratica quello che in un telefilm di Star Trek sarebbe la sottotrama secondaria, come festeggiare il compleanno dell'ufficiale tattico o T'Pol che entra nella stagione degli amori vulcaniana (!), in Disgaea diventa l'evento centrale di tutta la storia.
A me tutto ciò piace... gli intrecci epici alla D&D mi hanno rotto, se non inventano qualcosa di originale tanto vale abbandonarli del tutto. Sarà anche per questo che mi sto interessando a Temple Of Elemental Evil. Non ho bisogno di un altro RPG punta e clicca basato su Dungeons & Dragons 3ed (anche se questo in realta' è l'edizione 3.5), mi basta NeverWinter Nights: pero' stiamo parlando di un gioco incentrato sul modulo per eccellenza di D&D, l'avventura deluxe che da due decenni e' il mito dei giochi di ruolo carta e penna. L'idea di un'ambientazione più "contenuta", confinata nel Tempio e nelle sue vicinanze mi sembra un diversivo interessante... e' dai tempi di Diablo che non eravamo chiamati a ripulire un tempio da cima a fondo dalle Forze del Male, un po' di nostalgia mi e' venuta.

E' tempo di un nuovo disegno, Neo in versione surfer. Avevo iniziato a disegnare questo soggetto all'inizio dell'estate, senza alcuna ragione particolare, e solo in questi giorni (in cui FFTA è sempre presente in ogni mio pensiero) ho pensato che poteva essere un buon soggetto per il tema "Job Change"... credo continuerò ad esplorare questo tema con altri disegni.

“I want this world to change for good. I want to see Final Fantasy, the world of swords and magic!”

Lo-Rez: arte, storia, web design
13 . 09 . 2003

Brain is off-line

Dite la verità, siete tornati dalle vacanze? No, non voglio dire se avete lasciato il luogo di villeggiatura, se siete tornati nella vostra casa e se avete acceso finalmente il computer dopo quindici giorni di pausa scaricando 90 messaggi di posta inutili, lo so che queste cose le avete fatte bene o male tutti, c'è una cosa chiamata ShinyStat che mi ha già detto che quasi tutti hanno recuperato le pagine estive del sito che si erano persi (bravi, bravi, giusto due minuti prima che cominciassi a bacchettarvi sulle dita con una verga d'ottone), quello che vi chiedo è se siete tornati in vacanza "dentro".
Io, ad esempio, no. Settembre è un mese per certi versi complesso, passi la maggior parte della tua vita ad aspettarlo con angoscia perchè con quello ricomincerà la scuola e non dormi più la notte poi, un bel giorno, arrivi all'università e all'angoscia si sostituisce il senso di colpa. Non sei più preoccupato per il fatto di tornare sui banchi (che tanto è A OTTOBRE e poi non è così tragico), ma una vocina dentro di te ti avverte che in questo periodo dovresti studiare e passare gli esami ed è uno stress, vi assicuro, riuscire ad ignorarla ventiquattr'ore su ventiquattro.
Sono un tipo dal metabolismo lento, ho il ritmo di certi macchinari di fabbrica che, una volta spenti, impiegano tantissime risorse per tornare in attività, in questo periodo ci sono alcune delle mie sinapsi che non hanno ancora visto l'ombra di un neurotrasmettitore (è un fenomeno che non riguarda l'area dello "scriver astrusto") e tra queste terre d'oscurità c'è pure quella...uhm...creativo-editoriale.
:- Cymon, dici che lo hanno capito che non hai niente da dire per questo editoriale? -
:- Taci che qualcuno non se n'è ancora accorto. Guardali lì a cercare sul vocabolario il significato della parola "sinapsi" -
:- Credo che questo sia giocare sporco -
:- Lascia stare, ora vado con un'altra parola difficile! -
ANACOLUTO!
No, cioè...no, non offendetevi! Non offendetevi! Giù quei randelli e tornate al vocabolario, non c'è niente di ingiurioso in quanto ho detto!
Ok, aneddoti sparsi: sedotto dal fascino che Lo-Rez prova per la serie ho...uhm...scaric...acquisito Final Fantasy Tactics per GBA io pure e ho cominciato a giocarlo. Ho paura che una vita sola non mi basti per questo gioco e per quello dei pokémon (da cui mi sto comunque lentamente disintossicanto) però è qualcosa di carino. Forse ha un po' troppe statistiche per i miei gusti, ma c'è un certo stile nel presentare le cose, provi subito del feeling per i tuoi combattenti e per le situazioni. L'unica cosa che non mi va proprio giù è la cornice ai combattimenti, mi sembra che le tue azioni siano un po' troppo limitate, il sistema è legnoso e ti impedisce di addentrarti nell'atmosfera del gioco (bisogna anche dire che la trama non si è ancora avviata...immagino ci sarà una trama). La verità inconfessabile che però vorrei qua spiattellare rispetto a questo gioco è che è esattamente il gioco che ho sempre desiderato programmare, uno strategico a turni con pochi elementi da considerare, ma tutti dotati di molte caratteristiche che li rendono determinanti. Certo, io cambierei molte cose rispetto a FFT, ma comunque l'impostazione è quella. La grafica che ho sempre avuto in mente è isometrica e coloratissima, ho sempre creduto che abbia più impatto del treddì il disegnato fatto così e comunque ti permette di gestire le diverse altezze che devono essere determinanti. Le opzioni a disposizione dei personaggi vanno bene come quantità, qualcosa di asciutto e non proprio sterminato, ma con qualche bella carta da giocarsi (come le combo o i contrattacchi) per vivacizzare le azioni.
Certo, mille e mille cose le farei in modo completamente diverso, ma l'estro, ovviamente, non ha limiti.
Visto che si parla di videogiochi fatti in casa credo di potervi fornire un picciol link come mio stile. E' un giochino fatto da un mio amico con Director per assolvere a doveri universitari, il rifacimento treddì di un vecchio game&watch. Il link è questo, enjoy!
Siamo in chiusura, siamo in fase promozionale ma ho paura a diventare ossessivo a dargli e ridargli dietro ai progetti che vi stiamo preparando. Comunque sia però volevo dirvi che quanto detto nel forum finora è stato tutto abbastanza azzeccato, mi sarebbe piaciuto vedere i nostri ideogrammi tradotti, però...eddai, un po' d'impegno!

"E Berta filava /
E filava con Mario /
E filava con Gino /
E nasceva il bambino /
Che non era di Mario e non era di Gino"

P.S. Molti (quattro o cinque) di voi sanno che ho avuto un passato prima di FTR e che questo passato si chiama Emando. Sempre questi sanno benissimo che, per svariati motivi, ho interrotto la produzione su quel fronte da tempo immemorabile. La verità è che, molto tempo fa, tentai di riprendere con un seguito abbastanza...bhe...doveroso. Sempre allora riuscii a finirlo, con una certa fatica. Vi accorgerete da certi riferimenti (e dal soggetto) che non è esattamente attualissimo, ma comunque credo sia vostro

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0