Strip
119
02 . 08 . 2003

Mandare avanti la baracca

Per questa settimana e la successiva sarò padrone assoluto della Tana, visto che Cymon mentre leggete queste righe ha già spiccato il volo per la sua consueta migrazione annuale, che lo portera' in lidi lontani, dove nessuno è mai giunto prima. La sua missione: chiedetela a lui...
"Da un grande potere derivano grandi responsabilità", e di fatto in questo periodo avrò sulle spalle l'intero peso del Coniglio (un peso non indifferente), e tocca a me mandare avanti la baracca svolgendo tutte le manutenzioni necessarie... per fortuna è rimasto con me il fedele RabbitBot™, che mi aiuta a servirvi queste pagine. Ad ogni modo dispongo di una buona riserva di strip, e dovrebbe filare tutto liscio. Nel frattempo prosegue la nuova avventura del nostro Cloud nel mondo del lavoro: la puntata pilota c'e' stata la volta scorsa, e oggi lo vediamo alle prese con il primo cliente della sua neonata societa' di e-commerce, attiva in un settore un po' particolare ma che senz'altro fa molto e-business... e un'altra dozzina di parole che cominciano con "e-" o "i-".
Questa strip è densa di particolari, se siete abbastanza malati da farci caso: il videogiocatore pallido e stereotipato e lo sfondo, cioe' "l'ufficio" (se così si può dire) improvvisato da Cloud per la sua società. Ma adesso fa caldo, avremo modo di approfondire tutto più avanti.

E' una fortuna che le vacanze capitino proprio in questo periodo, perchè se non ci fossero state loro a salvare FTR credo che ce la saremmo vista brutta. Sia io che Cymon attraversiamo periodi di avvelenamento superiore al solito, per certi telefilm o certi giochi o che altro, ma per fortuna quando uno si trova in questa fase l'altro e' invece lucido e padrone di se', per cui il fumetto procede più o meno senza intoppi.
Stavolta invece si è rischiato grosso, perche' abbiamo commesso un'imprudenza quasi fatale: ci e' venuta l'idea scellerata di provare Pokémon per un po', a tutti e due contemporaneamente. Si comincia sempre così, un po' per scherzo, dicendosi "perche' no? non può far male", e si scivola in un tunnel dal quale non e' più possibile uscire.
Poteva essere la fine. In Giappone per decreto del governo i giochi di Pokémon non possono esordire sul mercato nei giorni feriali, ma solo durante le feste: figurarsi quale poteva essere l'astensionismo da FTR (che non è neppure il nostro mestiere)!
Speriamo che una pausa lontano dagli schermi basti a disintossicarci. Anche perchè in fondo io Pokémon lo trovo troppo hardcore per i miei gusti... come sapete gli RPG non mi spaventano, ma la mole di "lavoro" puro e semplice richiesto da questo gioco e' enorme. Probabilmente e' proprio questa complessità a far scaturire un'ossessione così contagiosa. Su Pokémon mi fermo qui, se non l'avete fatto vi consiglio di leggere la recensione di M.it, che e' scritta bene e nel complesso e' superiore alla media, direi.
Ah, sì, c'è anche una strip di MacHall vagamente in tema, che per me e' La Strip Dell'Anno in assoluto. Vale la pena di darle un'occhiata.

Ho deciso di adeguarmi alla consuetudine che hanno i media di scivolare nello squallore più totale durante l'estate, per cui non solo vi beccate il sondaggino, ma sono andato a pescare tra le notizie videoludiche una cosetta frivola, solo per voi!
Non credo di aver mai sottolineato abbastanza quanto sono in ansia per SNK vs Capcom: bè, adesso avete un esempio della mia ossessione. Sollazzatevi con questo collage di screenshot, ma fate in fretta perche' questo genere di pagine tende a sparire dopo pochi giorni. Chi conosce i picchiaduro 2D da sala-giochi starà gia' sogghignando come lo Stregatto, ma forse per gli altri e' un'immagine che richiede qualche spiegazione: in pratica il personaggio che vedete in ogni scena e' Dimitri il Vampiro, che esegue la sua mossa Midnight Pleasure su ciascun altro personaggio del gioco. La particolarita' di questa mossa famosissima e' che trasforma la vittima in una femmina, se non lo e' gia' (nel qual caso diventa una caricatura di se' stessa), cosicche' il nostro Dimitri può affondare i canini nel suo collo. Se siete curiosi di vedere che figura fanno Ryu e Ken in versione femminile e' un'occasione da non perdere.

Prima di concludere ho qualche chiarimento da fare riguardo alle modalità con cui potete contattare il sottoscritto: in sostanza evitate di lasciarmi messaggi privati nel forum, perchè non li leggo mai, sorry, e chi mi ha scritto ultimamente se ne sara' accorto; se volete contattarmi specificatelo all'email di FTR. Se sperate di trovarmi su ICQ o in qualsivoglia chat, evidentemente non mi conoscete bene...

“At first. There are, Dark Dragon, Falcion Sword, and... *Fire Emblem*.” (Fire Emblem, Nintendo 1990)

Lo-Rez: arte, storia, web design
02 . 08 . 2003

Good morning, angels

Questo è uno sfizio che, una volta all'anno, fa anche piacere togliersi, una di quelle cose che ti permettono di apprezzare i vantaggi di una grande organizzazione come può essere la tana. Mentre voi, comuni mortali, leggete le mie parole io non sono nel rifugio bunker da cui vi parlo usualmente, ma già in vacanza da un paio di giorni, dimentico di tutti i miei impegni, i miei crucci e, si, concedetemelo almeno per sette giorni, dimentico anche del buffo animale dalle lunghe orecchie per cui lavoro. In cabina di regia questa settimana (come anche la prossima) non ci sono io a maltrattare il server FTP del network, ma il buon Lo-Rez, il cui periodo migratorio è più avanti. In pratica io verrò pubblicato in contumacia, spero almeno di rispettare i nostri tempi editoriali.
A proposito, parlavo di settimana prossima: quest'anno il coniglio si concede solo due settimane di stop (le cose da mostrarvi sono veramente troppe per buttar via aggiornamenti in favore di sole, mare e cocktail colorati), le due intorno a ferragosto. Saranno settimane di stop sia per la tana principale sia per il nostro distaccamento di superficie nel network, come da prassi. Vi assicuro che ci ringrazierete per il distacco che vi costringiamo ad avere dal coniglio perchè quello che il futuro ci riserva è talmente spettacolare che prima di affrontarlo prendere fiato vi gioverà (raramente sono stato tanto narciso et esaltato, sarà la commistione sole-mare).
Smettiamola di parlare di noi, di quanto siamo belli e di quanto sono belle le vacanze e cerchiamo di concentrarci sulla nostra opera di evangelizzazione delle masse e fomentazione dei dissidi. In settimana mi è giunto il numero di agosto del solito tigiemme e finalmente, dopo diversi mesi in cui lo sfogliavo con apatia, vi ho trovato dentro un mucchio di spunti interessanti.
Intanto diciamo che The Frozen Throne è seducente: odio i Blizzard per la loro mania di costruire in un solo gioco decine di trame e demandare al data-disk la soluzione di alcune di esse. Come faccio a sopravvivere senza conoscere il destino di Illidan? Qual è il vero reale serio proprio lui piano di Ner'zul e soprattutto Arthass porterà a termine quello o se ne troverà uno tutto suo? Si possono avere immagini delle driadi nud...ehm...
Insomma, per principio non sono uno che corre dietro ai datadisk, già stento a giustificare l'esborso che comporta l'acquisto di un gioco-gioco, figurarsi se posso ammettere che una semplice aggiunta valga una nuova spesa, non l'ho fatto neanche per Broodwar (anche tenendo conto del fatto che non gioco on-line), però i nuovi eroi sono così beeeeeelli.
Il secondo punto fermo del mio leggere è stato la recensione di Planetside. Profetizzo da anni l'avvento (e il successo) di progetti del genere e adesso finalmente si vede qualche sperimentazione. PlanetSide è un MMOFPS, uno sparatutto in prima persona con "arena" persistente, un luogo dove la rapidità di mouse conta sempre e comunque più delle proprie statistiche. Planetside consiste in tre imperi e il mondo allegro che si ridistribuiscono giorno dopo giorno a suon di fucilate, ti consente di imbracciare un fucile e dire la tua sull'argomento. Il gioco, in verità, mi pare che lanci il sasso e nasconda la mano. Sostanzialmente l'ambiente persistente è solo una scusa in più per menare le mani, manca il fascino di trovarsi in mezzo a un vero e proprio mondo. Si può saltellare rapidamente da un conflitto all'altro, non c'è grande possibilità di "interpretare" il proprio personaggio, manca la componente avventurosa. La mia idea di MMOFPS non comprende solo grandi aree dove la gente si bersaglia di plasma, ma anche luoghi dove la gente si incontri, dialoghi, si scambi idee...giochi un po' all'RPG, almeno in senso sociale. Planetside, insomma, ad occhio, mi sembra manchi di coraggio, mi sembra che sia una variazione sul tema degli sparatutto online più che una vera evoluzione del gioco in rete, ma almeno è un punto di partenza, qualcosa che possiamo toccare con mano. Aspettiamo ulteriori sviluppi.
Terminiamo la lettura guidata del TGM. Ci sarebbe magari da far notare il ritorno di Elite Force, anche solo per rendere omaggio al seguito di uno dei giochi che meglio ha saputo trasmettermi atmosfere Trek, ma sapete che cerco di tenere sotto controllo la mia mania con le orecchie a punta perciò mi accontenterò di questa citazione. Ci sarebbe anche da parlare della recensione di Angel of Darkness in cui si dice che, nonostante il battage pubblicitario, dal passato non è cambiato poi molto, ci sarebbe da parlarne perchè io prevedevo una situazione del genere già sei mesi fa, ma sarebbe un bullarmi eccessivo (son sempre più le volte che non ci prendo di quelle che ci prendo...), comunque sia gnègnègnè!
Da altri canali informativi, invece, raccolgo notizia delsuccesso dell'EyeToy. Del coso ho già parlato sottolineando come un giocattolo del genere sul pazzo mercato videoludico avrebbe potuto fare qualsiasi cosa. Ha fatto il botto e la mia anima integralista non ne è particolarmente contenta, sapete che sono un monolitico barbogio difensore delle tradizioni e dei probi costumi. Comunque sia, almeno con l'EyeToy gli sviluppatori non potranno creare giochi tutti uguali come fanno spesso oggi, potrebbe essere occasione di vedere qualcosa di nuovo all'orizzonte, speranza in me mai sopita (sebbene abbia valutato diverse volte l'idea).
Passiamo al personale: capita ogni tanto che Lo-Rez qua accanto elogi qualche colonna sonora di qualche videogioco, casualmente quasi sempre giapponese e in molti casi RPG. Oggi voglio dire la mia sull'argomento, casualmente con un gioco non giapponese e non RPG. Dentro al TGM di cui sopra ci stava Dark Reign II, RTS di una generazione fa, già 3D, ma che non ha fatto storia. Trovo che la sua colonna sonora sia una delle più belle che mi sia mai capitato di ascoltare, non da fastidio infilare il CD nel lettore e premere il tasto play per metterla a sottofondo quando si lavora. Non so se mi ha pigliato in un momento in cui ero particolarmente sensibile o sfrutta solo sonorità che mi stanno molto simpatiche, so solo che le tracce di questo giochino sono fatte veramente con classe. Parola mia.
Per essere agosto mi sono stati offerti fin troppi spunti di discussione e per essere già al mare da tempo io ho discusso fin troppo, forse è il caso di chiudere il collegamento spazio-temporale e tornarmene a mollo nel dolce far niente. Vorrei augurarvi buone vacanze, ma so che voi avete ancora un mucchio di cose da fare, cose come tornare settimana prossima a vedere la strip che finirà on-line e a leggere due nuovi editoriali, ad esempio. Nonchè compiere le medesime cose con la nostra versione M.it. Allora e solo allora potrete con serenità affermare di aver assolto ad ogni vostro dovere e potrete prendere il sole. Non azzardatevi però a pensare che noi non si sappia che esistiate! Non azzardate a credere che il coniglio chiuda mai entrambi gli occhi! Il coniglio VEGLIA! SEMPRE! COMUNQUE! Non commettete l'errore di credere che abbia abbassato la guardia.
Riposatevi, gente, ci ribecchiamo.

"Verrai al centro sperimentale, domani sera? Liberiamo massicce dosi di radiazioni nell'aria, per creare buffi effetti di luce!"

Vanno tutti all'Otakon e noi no! Non ci hanno invitato! Uffa! Uffa! Uffa!
Ok, lo so che non c'era la minima possibilità che qualcuno ci invitasse perchè il mondo, grosso modo, non sa che esistiamo e probabilmente anche in quel caso non ci saremmo andati, però volete mettere che figata lamentarsi di essere esclusi? Ti fa sentire importante!
Ah, comunque non mi piace questo fatto che quelli dell'Otakon considerino tutto WebManga. Che Megatokyo sia un WebManga sono d'accordo, ma Little-Gamers...

Cymon: testi, storia, site admin
Precedente Successiva

Follow The Rabbit © 2001 Simonazzi /Farè
Tutti i contenuti del sito sono su licenza Creative Commons
All'inseguimento del Coniglio Bianco sin dal 2001 — Tanto Non Lo Facciamo Per Voi™
XHTML1.0 Strict, CSS2.0, DOM1, RSS2.0